S&P 500 ^GSPC
5,137.08
+0.80%
Nvidia NVDA
$822.79
+4.00%
Meta META
$502.30
+2.48%
Alphabet GOOG
$138.10
-1.20%
Amazon AMZN
$178.22
+0.83%
Apple AAPL
$179.63
-0.62%
Microsoft MSFT
$415.50
+0.45%
Tesla TSLA
$202.64
+0.38%

Sull'orlo del baratro: come una situazione di stallo politico negli Stati Uniti potrebbe scuotere i mercati azionari e…

Mirco Costanzo
14. 5. 2023
5 min read

Di recente, il tema del tetto del debito degli Stati Uniti è emerso sempre più spesso. Sebbene la maggior parte delle persone ritenga che il dibattito si concluderà positivamente, diamo un'occhiata a cosa accadrebbe se il tetto del debito non venisse innalzato.

Nelle ultime settimane, la politica statunitense è stata in preda a tensioni sempre più forti per il dibattito sull'aumento del tetto del debito. I Democratici, guidati dal Presidente Biden, spingono per aumentare il tetto per poter continuare a gestire il Paese con il bilancio attuale. Dall'altra parte della barricata ci sono i repubblicani che insistono sul fatto che l'innalzamento del tetto del debito deve essere accompagnato da tagli al bilancio nazionale.

Questa situazione di stallo politico minaccia non solo l'economia nazionale, ma anche quella globale. Non si tratta di un conflitto politico ordinario: in gioco c'è una quantità significativa di denaro e potenzialmente il futuro dell'economia statunitense. Potrebbe avere implicazioni significative per i mercati azionari statunitensi, nervosi per la possibilità che un'economia così importante possa avere problemi di debito.

Nel contesto di queste battaglie politiche, il Segretario al Tesoro Janet Yellen ha messo in guardia dalle gravi conseguenze che potrebbero verificarsi se l'élite politica non riuscisse a trovare un accordo. La Yellen avverte che se il tetto del debito non verrà innalzato, gli Stati Uniti potrebbero esaurire i fondi per pagare i propri debiti entro il 1° giugno 2023.

Il Presidente Biden ha recentemente tenuto un incontro con i leader di entrambi i partiti alla Casa Bianca. L'obiettivo era quello di raggiungere un compromesso sul tetto del debito. Purtroppo, i negoziati non hanno portato ad alcun risultato. Sebbene Biden si sia offerto di negoziare il prossimo bilancio, si rifiuta di interferire in quello attuale. La situazione rimane quindi irrisolta e la scadenza per l'esaurimento dei fondi si avvicina inesorabilmente.

Cosa significherebbe quindi?

Significherebbe che gli Stati Uniti si troverebbero in una situazione mai vissuta prima: lo Stato non avrebbe abbastanza denaro per pagare i suoi obblighi. Questa situazione potrebbe portare a una crisi di fiducia nell'economia statunitense, con conseguenze di vasta portata sui mercati finanziari globali. In parole povere, se gli Stati Uniti non fossero in grado di pagare i propri debiti, tutto il mondo ne risentirebbe.

Se il tetto del debito non venisse innalzato e lo Stato americano rimanesse senza soldi, ciò avrebbe senza dubbio un impatto negativo sui mercati azionari. La prima e più significativa reazione sarebbe probabilmente un forte calo del valore delle azioni. Gli investitori potrebbero iniziare a vendere in massa le azioni per timore della stabilità dell'economia statunitense, il che porterebbe a un calo del loro valore.

Inoltre, si verificherebbe un aumento della volatilità sui mercati. L'incertezza sulla capacità degli Stati Uniti di ripagare i propri debiti porterebbe probabilmente a forti oscillazioni dei prezzi delle azioni. Ciò potrebbe causare panico tra gli investitori e contribuire a un ulteriore calo dei prezzi delle azioni.

A lungo termine, l'incapacità di ripagare il debito potrebbe portare a un aumento dei tassi di interesse e dell'inflazione. Tassi di interesse più alti significherebbero maggiori costi di finanziamento per le aziende, che potrebbero ridurre i loro profitti e quindi il valore delle loro azioni. L'aumento dell'inflazione potrebbe a sua volta erodere il potere d'acquisto dei consumatori, incidendo negativamente sui risultati delle aziende e sui loro prezzi azionari.

Perché i tassi di interesse dovrebbero aumentare?

Il rifiuto di aumentare il tetto del debito significherebbe che il governo statunitense non avrebbe abbastanza denaro per pagare i suoi debiti. Questo potrebbe portare al cosiddetto default tecnico, una situazione in cui il governo non è in grado di pagare i propri obblighi come previsto.

Se si verificasse un tale fallimento, gli investitori inizierebbero a dubitare della capacità degli Stati Uniti di ripagare i propri debiti, provocando un calo della fiducia nell'economia statunitense. Di conseguenza, gli investitori potrebbero iniziare a chiedere tassi di interesse più elevati sulle obbligazioni statunitensi per compensare l'aumento del rischio.

Per quanto riguarda l'inflazione, se il governo non riuscisse a raccogliere abbastanza denaro per pagare i suoi debiti, potrebbe cercare di stampare più moneta. Questo potrebbe portare all'inflazione perché ci sarebbe più denaro in circolazione rispetto alla quantità di beni e servizi. Un'inflazione più elevata potrebbe erodere il potere d'acquisto dei consumatori e aumentare il costo della vita, con ripercussioni negative sull'economia.

Conclusioni

È molto difficile stimare cosa accadrebbe perché questa situazione non si è ancora verificata. Ma una cosa è certa: in caso di esito negativo, la questione potrebbe causare grossi problemi. E credo che sia altrettanto certo che non si ripercuoterebbe solo sull'economia americana, ma anche su quella globale in generale, perché l'America è attualmente una delle maggiori economie mondiali, a cui sono legate le economie di altri Paesi.

Prendendo questo come una sorta di riflessione sulla situazione attuale, non so esattamente e specificamente cosa accadrà. Se l'aumento del tetto del debito venisse respinto, si tratterebbe di una situazione nuova per noi, che non abbiamo ancora incontrato negli Stati Uniti.

Sarei quindi interessato anche alla vostra opinione sulla situazione attuale. Quindi sentitevi liberi di farmi sapere nei commenti cosa pensate che accadrebbe.

ATTENZIONE: non sono un consulente finanziario e questo materiale non costituisce una raccomandazione finanziaria o di investimento. Il contenuto di questo materiale è puramente informativo.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.