S&P 500 ^GSPC
5,096.27
+0.52%
Amazon AMZN
$176.76
+2.08%
Nvidia NVDA
$791.12
+1.87%
Alphabet GOOG
$139.78
+1.71%
Microsoft MSFT
$413.64
+1.45%
Meta META
$490.13
+1.26%
Apple AAPL
$180.75
-0.37%
Tesla TSLA
$201.88
-0.08%

AZIENDA BERSAGLIO

Mirco Costanzo
18. 5. 2023
6 min read

Target $TGT+1.0% ha battuto le aspettative di guadagno di Wall Street mercoledì, anche se le vendite del discount sono aumentate a malapena rispetto all'anno precedente e i clienti hanno acquistato più beni di prima necessità.

Le azioni della società sono state volatili nel corso delle contrattazioni di premercato, mentre gli investitori valutavano la relazione e le prospettive per il secondo trimestre dell'azienda. Target ha dichiarato che prevede di continuare a registrare cali delle vendite comparabili a una sola cifra nel trimestre in corso.

Il grande distributore ha mantenuto le sue previsioni per l'intero anno. Prevede che nell'anno fiscale le vendite comparabili subiranno cali a una sola cifra e aumenti a una sola cifra. Target ha dichiarato che l'utile per azione per l'intero anno sarà compreso tra 7,75 e 8,75 dollari.

Anche se gli acquirenti acquistano meno articoli discreti, Target li sta attirando nei negozi di alimentari, beni di prima necessità e moda, ha dichiarato l'amministratore delegato Brian Cornell in una telefonata con i giornalisti.



Utile per azione: 2,05 dollari contro 1,76 dollari previsti Ricavi: 25,32 miliardi di dollari contro 25,29 miliardi di dollari

TGT
$152.93 $1.49 +0.98%
Capital Structure
Market Cap
69.9B
Enterpr. Val.
86.5B
Valuation
P/E
19.3
P/S
0.6
Dividends
Yield
2.9%
Payout
55.1%

L'utile netto del primo trimestre fiscale di Target è sceso a 950 milioni di dollari, o 2,05 dollari per azione, da 1,01 miliardi di dollari, o 2,16 dollari per azione, dell'anno precedente.

Il fatturato totale è aumentato di quasi l'1% rispetto ai 25,17 miliardi di dollari di un anno fa, superando di poco le aspettative degli analisti.

Le vendite comparabili, un parametro chiave per la vendita al dettaglio che tiene conto delle vendite nei negozi aperti da almeno 13 mesi e online, sono rimaste pressoché invariate nel primo trimestre rispetto all'anno precedente. Questo dato è stato più o meno in linea con le aspettative di Wall Street Street Account, che si aspettava una crescita dello 0,2%.

I clienti hanno speso meno nel trimestre, ha dichiarato Christina Hennington, chief growth officer, in una telefonata con gli investitori. Le vendite sono state più forti a febbraio, si sono indebolite a marzo e si sono ulteriormente attenuate verso la fine di aprile.

I cosmetici sono stati la categoria più forte, con un aumento delle vendite di circa il 10% rispetto all'anno precedente. Gli alimenti e le bevande sono cresciuti a una sola cifra. Le vendite della categoria degli articoli per la casa sono cresciute a una sola cifra, grazie all'acquisto di articoli per la salute e per gli animali domestici.

Altre categorie che includono articoli più discreti, come l'abbigliamento e la casa, hanno registrato cali delle vendite che vanno da una media di una cifra a una doppia cifra, ha dichiarato Hennington. Hennington ha aggiunto che quando i clienti acquistano questi articoli, tendono a prenderli all'ultimo minuto, ad esempio prima delle vacanze.

Poiché i clienti acquistavano articoli diversi, facevano anche acquisti diversi. Le vendite nei negozi comparabili sono aumentate dello 0,7%, ma le vendite digitali comparabili sono diminuite del 3,4% rispetto all'anno precedente.

Cornell ha dichiarato che le vendite digitali più deboli sono in parte dovute a un calo del numero di pacchi spediti a domicilio. Queste spedizioni si concentrano su articoli discreti rispetto agli ordini di Target, che vengono consegnati il giorno del ritiro a domicilio e contengono tipicamente articoli di uso quotidiano come generi alimentari o pannolini.

Nei negozi Target e online, il numero di clienti è aumentato di circa l'1%, con un incremento del 3,9% rispetto all'anno precedente.

Dopo una forte crescita durante la pandemia di Covid, Target ha avuto un anno difficile, con profitti in calo e una domanda più debole. Le sue vendite annuali sono aumentate di circa 31 miliardi di dollari, o quasi il 40%, dall'anno fiscale conclusosi nel gennaio 2020 a quello conclusosi questo gennaio.

Nel trimestre precedente, i problemi del discount sono aumentati di pari passo con l'aumento dei costi di spedizione e con la permanenza sugli scaffali di acquisti popolari e pandemici come biciclette e forniture per la cucina. Le azioni del retailer sono crollate perché hanno mancato le aspettative di profitto di Wall Street per tre trimestri consecutivi.

Dopo che Target ha cancellato gli ordini e ha eliminato le scorte in eccesso, è emersa un'altra nube temporalesca: gli acquirenti sono diventati più parsimoniosi.

Mercoledì Target ha mostrato segni di ripresa delle scorte e dei profitti. L'utile del primo trimestre fiscale ha battuto le aspettative e il tasso di margine lordo del 26,3% è aumentato rispetto a un anno prima, grazie alla riduzione dei costi di spedizione e alla diminuzione dei ribassi.

Tuttavia, il tasso di margine operativo non è ancora tornato ai livelli pre-pandemia. L'azienda ha dichiarato a febbraio che ciò non avverrà prima del prossimo anno fiscale o più tardi.

Alla fine del trimestre le scorte erano diminuite del 16% rispetto all'anno precedente, grazie a un calo del 25% nelle categorie discrezionali. L'azienda ha ordinato più prodotti alimentari e articoli ad alto volume per riflettere meglio la variazione della spesa dei clienti.

Anche altri rivenditori hanno registrato un cambiamento negli acquisti dei clienti. Martedì, Home Depot ha disatteso le aspettative di vendita e ha abbassato le sue previsioni. Il direttore finanziario dell'azienda, Richard McPhail, ha dichiarato che i clienti acquistano meno articoli di grandi dimensioni e si dedicano a progetti più piccoli. Inoltre, ha aggiunto che stanno spendendo di nuovo per i servizi e hanno già acquistato molti articoli di cui avevano bisogno quando sono rimasti bloccati a casa a causa delle preoccupazioni di Covid.

Cornell di Target ha sottolineato un altro problema per i rivenditori: i furti organizzati. Ha detto che Target prevede che le differenze inventariali ridurranno la redditività della vendita al dettaglio di oltre mezzo miliardo di dollari rispetto all'anno scorso.

"La sfortunata realtà è che gli incidenti violenti sono in aumento nei nostri negozi e in tutto il settore della vendita al dettaglio", ha dichiarato in una telefonata con i giornalisti.

Ha aggiunto che questa tendenza sta danneggiando l'esperienza di acquisto, lasciando i clienti con gli scaffali semivuoti e i dipendenti terrorizzati.

Anche se mercoledì Target ha riportato un trimestre migliore del previsto, i suoi dirigenti hanno sottolineato che la tensione delle famiglie statunitensi le porrà delle sfide nel prossimo futuro.

"I consumatori sono sotto pressione", ha detto Hennington in una telefonata con i giornalisti. "La continua inflazione, l'esaurimento dei risparmi e l'incertezza economica in generale hanno un impatto sul loro processo decisionale e stanno facendo dei compromessi".

Tuttavia, ha detto che Target sta convincendo i clienti ad aprire il portafoglio offrendo merce a tema natalizio, nuovi prodotti e prezzi più bassi. Sono aumentate le vendite di generi alimentari, decorazioni e regali per San Valentino e Pasqua, giocattoli a tema cinematografico e nuove collezioni di abiti da donna.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.