S&P 500 ^GSPC
5,069.53
-0.38%
Alphabet GOOG
$138.75
-4.50%
Tesla TSLA
$199.40
+3.87%
Apple AAPL
$181.16
-0.75%
Microsoft MSFT
$407.54
-0.68%
Meta META
$481.74
-0.47%
Nvidia NVDA
$790.92
+0.35%
Amazon AMZN
$174.73
-0.15%

Regolatori contro Binance: la borsa di criptovalute accusata di commistione tra i fondi dei clienti e le proprie entrate

Bonaventura Sorrentino
23. 5. 2023
10 min read

Uno dei maggiori exchange di criptovalute al mondo, Binance, fonderà i fondi dei suoi clienti con le entrate della società nel 2020 e nel 2021, contravvenendo alle normative finanziarie statunitensi che richiedono di tenere separati i soldi dei clienti.

Una delle fonti ha dichiarato che le somme coinvolte sono dell'ordine di miliardi di dollari, che venivano mescolate quasi quotidianamente nei conti dell'exchange detenuti presso la banca statunitense Silvergate Bank. I registri bancari mostrano che il 10 febbraio 2021 Binance ha mescolato 20 milioni di dollari dal suo conto aziendale con 15 milioni di dollari da un conto in cui i clienti stavano inviando denaro.

I flussi di cassa di Binance indicano una mancanza di controlli interni per garantire che i fondi dei clienti fossero chiaramente distinguibili e separati dalle entrate dell'azienda. Tre ex regolatori statunitensi hanno concordato sul fatto che la commistione di questi fondi metteva a rischio i beni dei clienti offuscando la loro posizione.

"I clienti di Binance non dovrebbero aver bisogno di un audit forense per scoprire dove si trovano i loro soldi", ha dichiarato John Reed Stark, ex capo dell'ufficio per l'applicazione delle frodi su Internet della U.S. Securities and Exchange Commission.

La borsa è cresciuta rapidamente negli ultimi anni fino a diventare un attore chiave nel mercato delle criptovalute. Permette di scambiare un'ampia gamma di criptovalute con una regolamentazione minima, attirando sia gli investitori tradizionali che i truffatori e i criminali.

Dato l'enorme volume di transazioni, ci si aspetterebbe la presenza di regole e controlli severi, ma è vero il contrario e Binance ha commentato la sua pratica come "igiene informatica". Fino all'anno scorso, Binance consentiva il trading completamente anonimo senza verificare l'identità degli utenti, il che era piuttosto strano data la natura dell'attività.

Tuttavia, Binance ha negato di aver mescolato depositi di clienti e fondi aziendali negli stessi conti.

Questi conti non sono stati utilizzati per accettare i depositi degli utenti, ma per facilitare gli acquisti di criptovalute da parte degli utenti", ha dichiarato il portavoce Brad Jaffe. "Non c'è mai stata alcuna commistione perché si tratta di fondi aziendali al 100%". Quando gli utenti inviavano denaro al conto, non depositavano denaro, ma acquistavano una criptovaluta BUSD su misura legata al dollaro".

L'exchange Binance nega di aver gestito male il denaro dei suoi clienti. Secondo il portavoce Brad Jaffe, la società non ha utilizzato i conti dei clienti per conservare i loro depositi, ma solo per intermediare gli acquisti di criptovaluta.

Tuttavia, gli ex regolatori della Securities and Exchange Commission statunitense hanno affermato che Binance si è condannata a mentire. Fino a poco tempo fa, Binance informava i clienti sul suo sito web che potevano inviare "depositi" in dollari ai loro conti, che avrebbe poi conservato sotto forma di criptovalute BUSD. Ai clienti veniva anche detto che potevano ritirare i loro depositi in contanti in qualsiasi momento. Secondo un'autorità di regolamentazione, tali affermazioni hanno creato nei clienti la legittima aspettativa che i loro fondi godessero delle stesse protezioni dei depositi bancari tradizionali.

  • Tuttavia, Binance ha affermato che "il termine 'deposito' è un termine di comunicazione, non è un'indicazione del trattamento tecnico dei fondi".

Silvergate Bank protagonista

I registri bancari e aziendali del periodo 2019-2021 e le interviste a ex dipendenti hanno rivelato che Binance utilizzava la Silvergate Bank, con sede negli Stati Uniti, come pilastro delle sue operazioni finanziarie.

Secondo le fonti e i registri bancari, le entrate di Binance confluivano in un conto Silvergate di proprietà di Binance Holdings, con sede alle Cayman. I dollari dei clienti finivano sul conto Silvergate di Key Vision Development, una società delle Seychelles controllata dal CEO di Binance Changpeng Zhao.

Nel febbraio 2021, Binance ha unito il denaro dei clienti e le entrate della società in un terzo conto Silvergate appartenente a una società delle Cayman controllata da Zhao, secondo le fonti e i documenti bancari. Poi Binance ha trasferito il denaro da questo terzo conto a una criptovaluta BUSD legata al dollaro. Le registrazioni sulla blockchain mostrano che Binance ha acquistato almeno 18 miliardi di dollari di BUSD tra gennaio 2020 e dicembre 2021.

Gli ex regolatori hanno affermato che i trasferimenti tra conti e in criptovalute potrebbero consentire a Binance di nascondere i fondi alle autorità fiscali dei Paesi in cui opera. Una fonte interna a Binance ha detto che c'era un altro motivo: Zhao diffidava delle banche e una volta ha detto a un giornalista che temeva che potessero congelare i conti della sua società. Così Binance ha convertito i contanti in criptovalute, mescolando i soldi dei clienti e le entrate dell'azienda.

Cinque mesi dopo il lancio della borsa di Shanghai nel luglio 2017, Zhao ha dichiarato in un'intervista all'emittente televisiva asiatica Tech che Binance non ha partner bancari perché i clienti investono il denaro esclusivamente in criptovalute.

Ma la situazione è cambiata nel 2018, quando Binance ha cercato di lanciare diversi exchange locali in cui i clienti potessero acquistare criptovalute con valuta normale. Zhao ha inviato dei rappresentanti per trovare banche e società di pagamento disposte ad accettare Binance come cliente. Ma nessuno osava riporre denaro e fiducia nel settore delle criptovalute, dove le incertezze sono molte.

Dopo una lunga e infruttuosa ricerca, Silvergate Bank è finalmente arrivata in soccorso. Negli ultimi anni, la piccola banca con sede a San Diego si è spostata dall'originaria attività di prestito immobiliare ai clienti locali al servizio delle società di criptovaluta.

Nel corso del tempo, Zhao si è talmente affezionato a Silvergate che vi ha aperto tre conti principali per diversi scopi aziendali. Si trattava dei conti di Binance Holdings, Key Vision e Merit Peak, che costituivano il nucleo della rete finanziaria globale della borsa cripto.

Samuel Lim, all'epoca Chief Compliance Officer di Binance, era seriamente preoccupato per l'eccessiva dipendenza della borsa da Silvergate a causa dei requisiti delle banche statunitensi di monitorare da vicino le transazioni dei clienti. In una nota interna del 2020, Lim scriveva ai dirigenti che "la migliore soluzione a lungo termine è ridurre la nostra dipendenza dalle banche statunitensi".

  • La causa intentata dalla CFTC a marzo accusa Lim di aver favorito le violazioni della legge statunitense da parte di Binance "con una condotta intenzionale che ha minato il programma di conformità di Binance".

Le preoccupazioni di Lim non erano infondate. Con la sua rapida crescita, Binance è diventata sempre più dipendente da Silvergate e dai suoi servizi. I conti con Silvergate rappresentavano gran parte dei movimenti di fondi di Binance e consentivano all'azienda di accettare i depositi dei clienti e di convertirli in criptovalute senza dover affrontare il rigido controllo delle banche tradizionali. Per Binance, questa è stata la simbiosi ideale che l'ha aiutata a crescere rapidamente. Allo stesso tempo, però, rappresentava un punto debole che poteva essere facilmente sfruttato dalle autorità di regolamentazione se avessero scoperto il suo funzionamento.

Lim avrebbe cercato di liberare Binance dalla sua dipendenza dal sistema finanziario statunitense e avrebbe esortato i dirigenti della società a diversificare le fonti di reddito e a collaborare maggiormente con le banche. I dirigenti di Binance, tuttavia, hanno per lo più ignorato le sue raccomandazioni e hanno continuato a fare affidamento su Silvergate, che ha fornito loro un modo conveniente per aggirare le normative e guadagnare una quota di mercato sempre maggiore.

Resta il fatto che questi fondi in tutti i conti sono stati mescolati e alla fine convertiti nel token BUSD. Si stima che almeno 18 miliardi di dollari siano stati convertiti in token BUSD.

Il divieto di BUSD

A febbraio, tuttavia, le autorità di regolamentazione di New York hanno ordinato a Paxos di interrompere l'emissione di BUSD, citando le mancanze di Paxos nella valutazione del rischio e nella due diligence.

Un portavoce di Paxos ha dichiarato che la società "ha annunciato volontariamente la sua intenzione di terminare il rapporto con Binance e da allora ha terminato con successo tutti i rapporti di trading con Binance".

Da quando Paxos ha smesso di emettere BUSD, Binance ha ridotto le sue disponibilità di monete a circa 3 miliardi di dollari, secondo Nansen. Ma nessuno è stato in grado di determinare il motivo per cui Binance ha ridotto tali partecipazioni o come le ha convertite. Merit Peak ha ricevuto denaro anche da altre fonti, tra cui centinaia di milioni di dollari dal conto Binance US.

Nel 2020 è arrivato un altro annuncio interessante: Silvergate avrebbe chiuso il conto Key Vision di Binance (uno dei 3 conti principali) a metà del 2021. Silvergate ha preso la decisione in base al fatto che Key Vision aveva effettuato transazioni inappropriate per un conto bancario.

Binance ha quindi iniziato a utilizzare il conto Key Vision presso la Signature Bank per ricevere i fondi dei clienti, secondo le fonti e gli screenshot delle transazioni degli utenti. Purtroppo, nemmeno Signature Bank era la soluzione: Binance aveva bisogno di altre banche.

In particolare, aveva bisogno di un conto bancario affidabile in euro. Ha trovato una soluzione in Lituania, che le ha fornito una base nell'Unione Europea e un semplice processo di registrazione. Nel maggio 2020, Binance ha costituito una società lituana originariamente chiamata Binance UAB con Zhao come unico azionista.

  • In seguito Binance ha presentato la società, ribattezzata Bifinity, come "fornitore ufficiale di pagamenti da fiat a cripto".

Bifinity è diventata una parte importante dello sviluppo commerciale di Binance. Recentemente ha ottenuto una licenza per fornire servizi di criptovaluta in Lituania, nonostante gli avvertimenti della banca centrale, che permetterà a Binance di offrire i suoi servizi in tutta l'UE attraverso la sua base lituana.

L'anno scorso, Litas ha ricevuto il permesso di gestire una banca specializzata in criptovalute, che Binance intende aprire in Europa. La mossa rafforzerebbe in modo significativo l'infrastruttura finanziaria della borsa e le permetterebbe di competere meglio con i principali operatori del settore.

Per diventare una banca a tutti gli effetti, Binance deve dimostrare alle autorità di regolamentazione di disporre di solidi sistemi di conformità e di non svolgere attività di riciclaggio di denaro. In passato, ha dovuto affrontare un controllo inadeguato delle fonti di finanziamento dei clienti, spingendo alcuni Paesi a imporre sanzioni e le autorità a indagare sulle sue attività. Di recente Binance ha quindi dovuto rafforzare i propri controlli di conformità.

La soluzione è una banca propria

L'apertura di una banca rappresenterebbe un cambiamento significativo per Binance rispetto alle sue radici di exchange di criptovalute indipendente. Le consentirebbe di avere maggiore influenza sul sistema finanziario tradizionale e di utilizzare i risparmi dei suoi clienti per effettuare scambi, prestiti e investimenti in altre società. Ciò la renderebbe più simile alle grandi banche d'investimento.

Tuttavia, all'inizio, ciò comporterà una maggiore attenzione da parte delle autorità di regolamentazione, che monitoreranno da vicino lo sviluppo di Binance Bank per evitare il riciclaggio di denaro o l'elusione delle normative. Se Binance vuole diventare una banca d'investimento globale veramente seria, dovrà conquistare la loro piena fiducia e convincerli di avere il controllo di tutti gli aspetti della sua vasta attività.

Quando l'anno scorso il parlamento lituano ha discusso una nuova legge per inasprire le regole per le società di criptovalute nel Paese, Saulius Galatiltis (CEO di Bifinity) ha esortato una commissione parlamentare a evitare una legislazione più severa. Ha sottolineato i pagamenti fiscali di Bifinity lo scorso anno, che l'hanno resa uno dei maggiori contribuenti della Lituania.

"Questo business è globale, in molti Paesi del mondo", ha dichiarato Galatiltis alla commissione parlamentare parlando di Bifinity. "Penso che un'azienda che opera a livello globale e paga le tasse a livello locale debba essere attraente per ogni Paese", ha detto. Galatiltis.

Alla fine il Parlamento ha votato per una serie di regole attenuate. Il ministero delle Finanze lituano ha dichiarato che Bifinity è stata coinvolta in un processo formale per "fornire commenti e suggerimenti" sulla bozza di legge, insieme ad altre istituzioni e operatori di mercato.

Ulteriori informazioni su Bifinity sono disponibili qui: Binance lancia una società di tecnologia dei pagamenti, Bifinity | Blog Binance


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.