S&P 500 ^GSPC
5,069.82
-0.16%
Alphabet GOOG
$137.43
-1.91%
Nvidia NVDA
$776.63
-1.32%
Tesla TSLA
$202.04
+1.16%
Apple AAPL
$181.42
-0.66%
Meta META
$484.02
-0.62%
Amazon AMZN
$173.16
-0.22%
Microsoft MSFT
$407.72
+0.06%

ETF ad accumulazione vs. ETF a distribuzione. Non commettete errori in questa decisione cruciale!

Loreto Ricchetti
31. 5. 2023
5 min read

Investire in ETF è estremamente popolare, soprattutto tra gli investitori al dettaglio. Ma, come sempre, c'è una fregatura e questo caso non fa eccezione. In particolare, è importante concentrarsi su un punto che può influenzare radicalmente i risultati.

La ripetizione è la madre della saggezza, quindi diamo prima un'occhiata a cosa sia un ETF.

Un ETF (Exchange Traded Fund) è un fondo d'investimento che viene negoziato come un'azione in borsa. Si tratta di un investimento collettivo a cui l'investitore partecipa acquistando quote del fondo. Gli ETF consentono agli investitori di ottenere un'esposizione a un'ampia gamma di attività come azioni, obbligazioni, materie prime e altro ancora. Un ETF è progettato per riflettere la performance di un particolare mercato o settore. Ciò significa che quando si investe in un ETF, si investe essenzialmente nell'intero mercato o settore, non solo in una società. Ad esempio, investendo nell'ETF S&P 500, si investe nelle 500 maggiori società statunitensi.

Un ETF si differenzia da un normale fondo comune d'investimento perché viene negoziato in borsa come un'azione. Ciò significa che è possibile acquistare e vendere ETF in qualsiasi momento della giornata di negoziazione. A differenza dei fondi comuni di investimento, che hanno un unico prezzo giornaliero, il prezzo di un ETF varia nel corso della giornata in base alla domanda e all'offerta del mercato.

Gli ETF hanno in genere costi e commissioni di ingresso inferiori a quelli dei fondi tradizionali. Ciò è dovuto al fatto che gli ETF non richiedono una gestione degli attivi pari a quella dei normali fondi, poiché sono negoziati in borsa. Inoltre, essendo negoziati in borsa, gli ETF possono essere scambiati più facilmente e possono essere disponibili per gli investitori con un capitale inferiore.

Gli ETF possono essere passivi o attivi. Gli ETF passivi seguono un indice di mercato e cercano di replicarne la performance. Gli ETF attivi, invece, utilizzano una gestione attiva degli attivi e cercano di ottenere una performance superiore alla media.

Un altro vantaggio degli ETF è che sono molto liquidi. Ciò significa che possono essere facilmente acquistati e venduti perché hanno un elevato volume di scambi. La liquidità degli ETF è dovuta al fatto che vi è un gran numero di acquirenti e venditori che vogliono negoziare questi titoli.

Gli ETF sono solitamente ampiamente diversificati, ossia investono in un gran numero di società e attività diverse. Ciò contribuisce a ridurre il rischio dell'investimento e a migliorare la diversificazione del portafoglio.

Gli ETF sono anche trasparenti perché sono tenuti a fornire informazioni sulle loro attività e sui loro investimenti. Ciò consente agli investitori di seguire l'andamento del loro investimento e di tenere traccia di ciò in cui stanno investendo.

Oggi esiste un gran numero di ETF che si differenziano per l'obiettivo e lo stile di investimento. Tra imaggiori fornitori di ETF figurano società come BlackRock, Vanguard e State Street Global Advisors.

https://www.youtube.com/watch?v=OwpFBi-jZVg

E poi la cosa più importante: gli ETF stessi possono essere ad accumulazione o a distribuzione. Ognuno di essi ha caratteristiche specifiche, vantaggi e svantaggi enormi. Diamo un'occhiata!

Un ETF ad accumulazione è un fondo che reinveste tutti i dividendi e i redditi da investimento ricevuti nel fondo stesso. Ciò significa che il valore delle azioni aumenta, ma non viene versato denaro agli investitori sotto forma di dividendi. Gli investitori ricevono la loro parte di profitto solo quando vendono le loro azioni.

Gli ETF a distribuzione, invece, pagano agli investitori dividendi regolari, calcolati in base ai rendimenti degli investimenti del fondo. I dividendi possono essere pagati mensilmente, trimestralmente o annualmente.

La differenza principale tra questi due tipi di ETF è il modo in cui vengono gestiti i rendimenti degli investimenti del fondo. Mentre un ETF ad accumulazione reinveste tutti i profitti e gli utili nel fondo, un ETF a distribuzione paga dividendi regolari agli investitori. Ciò influisce sull'importo dell'investimento e sulla sua tassazione. Un ETF ad accumulazione è adatto agli investitori che preferiscono far crescere il valore del loro investimento, mentre un ETF a distribuzione è adatto agli investitori che preferiscono il pagamento regolare di dividendi. Tutto dipende dalla vostra situazione e dalla vostra strategia!

Può essere difficile confrontare i rendimenti di un ETF a distribuzione con quelli di un ETF ad accumulazione. Un ETF a distribuzione distribuisce tutti i dividendi o gli interessi, mentre un ETF ad accumulazione reinveste questi rendimenti nel fondo - così l'investitore beneficia automaticamente dell'interesse composto.

È quindi evidente che un ETF ad accumulazione cresce più velocemente di un ETF a distribuzione, che non reinveste i proventi.

I l metodo più comune per garantire un confronto equo tra ETF a distribuzione ed ETF ad accumulazione è quello di assumere che tutte le distribuzioni vengano reinvestite nell'ETF.

Anche la tassazione del reddito da dividendi può avere un ruolo nella scelta tra i due tipi di ETF. Se un investitore riceve un dividendo, deve dichiararlo nella dichiarazione dei redditi e potenzialmente pagare un'imposta del 15%. Pertanto, gli ETF ad accumulazione possono essere più vantaggiosi per gli investitori perché non pagano dividendi, riducendo la potenziale responsabilità fiscale.

Per non parlare delle pratiche e dei passaggi aggiuntivi che devono essere eseguiti manualmente quando si reinvestono i dividendi. Quindi, se sapete che ricevere direttamente il denaro e magari creare un reddito passivo non è la cosa più importante per voi, allora è più vantaggioso e sicuramente più conveniente scegliere l'opzione di accumulo diretto.

Se il vostro obiettivo è costruire un'altra fonte di reddito e non volete "alimentare" al massimo la vostra palla di neve, allora scegliete la distribuzione.

Disclaimer: questa non è assolutamente una raccomandazione di investimento. L'investimento nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Io sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.