S&P 500 ^GSPC 5,304.72 +0.70%
Tesla TSLA $179.24 +3.17%
Meta META $478.22 +2.67%
Nvidia NVDA $1,064.69 +2.57%
Apple AAPL $189.98 +1.66%
Microsoft MSFT $430.16 +0.74%
Alphabet GOOG $176.33 +0.73%
Amazon AMZN $180.75 -0.17%

Cosa ci ha portato la giornata di ieri negli Stati Uniti?

Bonaventura Sorrentino
1. 6. 2023
4 min read

1, L'accordo sul tetto del debito entra nuovamente in vigore

2, Rapporto sui posti di lavoro vacanti di aprile

3, Alcuni funzionari suggeriscono di saltare i tassi di interesse

Un disegno di legge per innalzare il limite del debito e limitare la spesa pubblica è passato mercoledì alla Camera con un ampio margine, inviandolo al Senato a pochi giorni dalla scadenza di lunedì negli Stati Uniti. La legge è passata 314-117 con il sostegno di democratici e repubblicani. Il leader della maggioranza al Senato, Chuck Schumer, ha dichiarato che il Senato "farà tutto ciò che è in nostro potere per far passare la legge rapidamente".

"Il voto della Camera è stato molto positivo. Spero che riusciremo a spostare la legge rapidamente qui al Senato e a portarla sulla scrivania del Presidente il prima possibile", ha detto Schumer.

La reazione della Casa Bianca. "Nessuna delle due parti ha ottenuto tutto quello che voleva. Questa è la responsabilità di governare", ha dichiarato il Presidente Joe Biden in una dichiarazione subito dopo il voto. Biden ha ringraziato McCarthy per aver "negoziato in buona fede" e ha esortato il Senato ad approvare rapidamente la legge.

Il rapporto Job Openings and Labor Turnover Survey (JOLTS) di aprile è stato pubblicato alle 16:00 e ha mostrato un massiccio aumento. Il dato JOLTS di aprile è stato di 10,103 milioni, mentre il mercato si aspettava 9,4 milioni. Anche la lettura di marzo è stata rivista al rialzo da 9,59 milioni a 9,745 milioni. Questo dato dimostra che il mercato del lavoro statunitense sta tenendo duro e che ci sono ancora molte opportunità di lavoro. Il dato può essere visto come un segnale di ottimismo per quanto riguarda le prossime mosse politiche della Fed.

Spieghiamo rapidamente il legame che questo dato può avere con l'inflazione. Quando ci sono ancora nuovi posti di lavoro, significa che c'è più domanda da parte delle aziende. Queste possono cercare di attirare i dipendenti offrendo una retribuzione più alta o altre condizioni migliori. Ciò comporta un aumento dei costi per le imprese, che possono riflettersi sui prezzi di beni e servizi. Questo porta all'inflazione.

Ecco perché ieri i mercati sono scesi dopo questo rapporto, che ha aumentato le probabilità di un aumento dei tassi dello 0,25% alla prossima riunione.

A questa notizia si aggiungono i commenti di due funzionari della Fed.

Philip Jefferson - Governatore della Federal Reserve. Patrick Harker - Presidente della Federal Reserve di Filadelfia - mercoledì ha suggerito che la banca centrale dovrebbe sospendere i rialzi dei tassi nella prossima riunione politica.

"La decisione di mantenere costante il nostro tasso di interesse nella prossima riunione non deve essere interpretata come il raggiungimento del tasso massimo per questo ciclo", ha detto Jefferson in un discorso a una conferenza a Washington. "Saltare un aumento dei tassi nella prossima riunione consentirebbe al Comitato di vedere più dati prima di prendere una decisione sull'entità di un ulteriore irrigidimento della politica".

Harker, a Filadelfia, ha dichiarato: "Sono tra coloro che si avvicinano sempre più a questa riunione pensando che dovremmo saltare, non fare una pausa ", aggiungendo: "Dobbiamo arrivare a un punto in cui riteniamo che la politica sia restrittiva e penso che ci siamo vicini, se non proprio ora".

Harker ha dichiarato di voler esaminare due dati chiave: il rapporto sui posti di lavoro e la lettura dell'inflazione attraverso l'indice dei prezzi al consumo il primo giorno della prossima riunione della Fed, il 13 giugno.

"Penso che dobbiamo essere pronti a fare di più, e sono pienamente consapevole che dobbiamo farlo, e sono disposto a farlo, ma voglio dare un po' di tempo".

La mia opinione, in sintesi. Secondo i rapporti e gli analisti, i mercati prevedono una crescita. La "commedia" sul tetto del debito sta per finire e sarà rimandata di altri 2 anni. Tuttavia, dal lato della Fed, come sempre, non ne sarei così sicuro. Si può notare che la Fed sta iniziando a dividersi in due schieramenti. Una parte è preoccupata per le conseguenze del prossimo rialzo dei tassi, l'altra è determinata a far scendere l'inflazione fino all'obiettivo dichiarato.

C'è ancora molto da osservare. Personalmente, mantengo lo stesso approccio, immettendo gradualmente i fondi nel mercato. Non sto acquistando il settore tecnologico in questo momento, mi limito a tenere quello che ho. Sto acquistando più REIT e il settore della salute, che in questo momento è in calo e che, una volta cessato il problema dell'inflazione, credo tornerà a salire.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.