S&P 500 ^GSPC 5,303.27 +0.12%
Nvidia NVDA $924.96 -1.97%
Tesla TSLA $177.58 +1.57%
Alphabet GOOG $177.29 +1.06%
Amazon AMZN $184.70 +0.58%
Meta META $471.91 -0.28%
Microsoft MSFT $420.21 -0.19%
Apple AAPL $189.87 +0.02%

Ray Dalio si appoggia al governo, non è così che si risolve il problema del tetto del debito

Filipo Maritinelli
1. 6. 2023
4 min read

Uno degli investitori più ricchi del nostro tempo non è contento dell'accordo provvisorio per l'innalzamento del tetto del debito degli Stati Uniti perché ritiene che l'accordo non affronti il vero problema del debito nazionale in costante aumento. Nel suo ultimo Tweet, ha analizzato ogni punto e ha giocato a fare l'insegnante, distribuendo voti e aggiungendo un breve commento.

Il miliardario e fondatore di Bridgewater Associates ha scritto sui social media che l'accordo tra il presidente Joe Biden e il presidente della Camera dei Rappresentanti Kevin McCarthy è tutt'altro che soddisfacente.

"L'accordo proposto non farà una differenza sostanziale".

Biden e McCarthy hanno annunciato nel fine settimana di aver concordato di rinviare temporaneamente il tetto del debito fino al gennaio 2025, limitando al contempo la spesa federale per il 2024 e il 2025.

Se il Congresso approverà la loro proposta, dovrebbe scongiurare il default potenzialmente critico che il Segretario del Tesoro Janet Yellen aveva avvertito all'inizio di giugno.

Tuttavia, secondo il Dipartimento del Tesoro, i legislatori hanno deciso separatamente di aumentare o espandere i limiti di indebitamento per un totale di settantasei volte dal 1960, portando l'investitore Dalio a criticare il concetto stesso di tetto del debito in passato.

Nel complesso, l'investitore ritiene che una proroga di due anni del prestito federale sia una mossa politica "sensata", in quanto eviterebbe di riaccendere il dibattito sul tetto del debito durante il ciclo elettorale del 2024, ma è solo un rinvio di una questione dall'esito poco chiaro.

https://twitter.com/RayDalio/status/1663660305212137472

Ray Dalio ha commentato su Twitter:

Mi è stato chiesto di commentare l'accordo sul tetto del debito, quindi ecco la mia opinione in breve. Era quello che mi aspettavo, ovvero il meglio che si potesse ottenere nella situazione, anche se è ben lungi dall'essere soddisfacente per i seguenti motivi:

1. Bipartitismo (bipartitismo significa lavorare insieme attraverso lo spettro politico) - Valutazione = A (eccellente).

Tutti si sono uniti contro i radicali dei loro partiti. È un grande successo. È l'inizio del rafforzamento di un forte centro trasversale unito contro i radicali? Vedremo come si svilupperà.

2. Risolvere il problema del costante accumulo di un debito già considerevole: rating = D (Underperformance).

L'aggiustamento proposto non farà una differenza significativa in futuro.

3. Pianificazione di una commissione bipartisan intelligente sul debito e sulla riforma economica: voto = B.

È stato riconosciuto che è auspicabile che ciò avvenga dopo le elezioni del 2024 per evitare conflitti nel bel mezzo di una campagna elettorale. Pertanto, l'estensione a due anni è stata ragionevole, ma non fa altro che rimandare il problema. Nel complesso, nessuna sorpresa. Il miglior risultato possibile data la situazione, ma non è il massimo. Vedremo se la situazione migliorerà quando verrà nominata una commissione intelligente e non partitica dopo le elezioni del 2024. Speriamo che sia così.

In risposta al post di Dalio, Justin Amash, ex membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, ha fornito un'opinione molto interessante 👇

Perché Biden e McCarthy sono così soddisfatti di questo "accordo"?

McCarthy può affermare con credibilità di aver ottenuto delle concessioni, ma si tratta per lo più di trucchi, trucchi contabili o trucchi senza senso, quindi a Biden non importa. I livelli di spesa di base sono vicini ai livelli elevati degli ultimi anni. Anche se tagliasse automaticamente l'1% di quella spesa, saremmo comunque vicini ai massimi storici.

Biden si ritroverà in realtà in una situazione migliore di quella che avrebbe avuto con un aumento netto del tetto del debito di un importo fisso in dollari, perché la legge sospende il limite fino al 2025. Questa è la più grande concessione dell'"accordo". McCarthy non se ne preoccupa, tuttavia, perché personalmente trae vantaggio dal fatto di avere meno battaglie in futuro che lo mettono in contrasto con i conservatori.

È una vittoria per Biden e McCarthy e una perdita per tutti gli altri. Questo livello di spesa e di debito non è sostenibile. E non si può evitare con le tasse. Ildeficit annuale è così grande che non c'è nessuna aliquota fiscale che si avvicini a colmare il divario (matematicamente, richiederebbe un aumento delle tasse circa 10 volte più grande dei tagli fiscali del 2017) e se si cercasse di farlo, si schiaccerebbe l'economia (e non si otterrebbe un vero e proprio aumento delle entrate fiscali).

https://twitter.com/justinamash/status/1663674361704857604

  • Cosa ne pensate dell'accordo proposto da Biden e McCarthy? Secondo voi, è solo un rinvio dei problemi?

Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.