S&P 500 ^GSPC
5,130.95
-0.12%
Tesla TSLA
$188.14
-7.16%
Nvidia NVDA
$852.37
+3.60%
Alphabet GOOG
$134.20
-2.81%
Apple AAPL
$175.10
-2.54%
Meta META
$498.19
-0.82%
Amazon AMZN
$177.58
-0.36%
Microsoft MSFT
$414.92
-0.14%

L'economia britannica ha attraversato un periodo difficile dal 2015

Prima c'è stata l'incertezza sui termini dell'accordo Brexit e sulle sue conseguenze, poi è arrivata la pandemia di Covid-19, seguita dalle guerre in Europa, dall'inflazione a due cifre e dalla crisi valutaria. Sono quasi 10 anni di incertezza che hanno portato a una bassa fiducia degli investitori, delle imprese e dei consumatori.

Quest'anno, l'economia britannica sta andando leggermente meglio del previsto e alcuni economisti ritengono che la Gran Bretagna potrebbe addirittura evitare la recessione. Di conseguenza, la fiducia persa dagli investitori potrebbe gradualmente tornare.
La buona performance delle large cap britanniche, rappresentate dall'indice FTSE 100, può essere attribuita in gran parte alla composizione settoriale. I settori dell'energia, dei beni di consumo e dei materiali sono stati i più performanti nel 2022.
Le maggiori società del Regno Unito operano anche a livello globale. Nel 2022, quando la sterlina è crollata, queste società hanno ricevuto un'ulteriore spinta ai loro ricavi, in quanto i guadagni all'estero sono stati convertiti in sterline più economiche.

Il Regno Unito ha davanti a sé un domani più luminoso?


No comments yet