S&P 500 ^GSPC 5,250.25 -0.32%
Microsoft MSFT $418.12 -2.57%
Alphabet GOOG $174.12 -1.85%
Tesla TSLA $179.38 +1.81%
Amazon AMZN $179.51 -1.38%
Meta META $468.84 -1.16%
Nvidia NVDA $1,135.64 -1.10%
Apple AAPL $191.53 +0.65%

Se avete 500 dollari, dovreste tenere d'occhio queste compagnie petrolifere

Mirco Costanzo
13. 6. 2023
5 min read

Data la volatilità intrinseca del settore energetico, la maggior parte degli investitori farebbe meglio a non cercare di cronometrare gli alti e bassi dei prezzi dell'energia. L'opzione migliore è riconoscere che non è possibile e che è più facile avere un'esposizione continua al settore in tutti i periodi. L'investitore può quindi concentrarsi sui singoli titoli del settore e abbandonare un po' gli ETF. In questo modo si arriva direttamente a grandi aziende come Exxon, Chevron e TotalEnergies.

Queste società coprono l'intero settore energetico, dalla trivellazione all'energia, dalla raffinazione ai prodotti chimici. Sebbene i prezzi delle materie prime svolgano un ruolo significativo negli utili, la diversificazione intrinseca del settore energetico fornisce un certo equilibrio che aiuta a mitigare gli alti e bassi.

Inoltre, la diversificazione rende queste società una sorta di sportello unico per l'esposizione all'energia. Ciò semplifica il processo di investimento, perché non è necessario aggiungere una società di perforazione, raffinazione e oleodotto.

Sebbene un maggior numero di titoli possa aumentare la diversificazione, è bene evitare di effettuare così tanti investimenti da non riuscire a tenerne traccia. Un buon titolo energetico integrato vi aiuterà a mantenere stabile il vostro portafoglio. A volte meno è meglio, quindi è necessario "addomesticarsi" anche in questo settore così allettante.

1. ExxonMobil $XOM+0.1%

ExxonMobil è il più grande di questo trio con un'enorme capitalizzazione di mercato di 425 miliardi di dollari. La società condivide gli utili con gli azionisti, pari al 3,5%.

Il dividendo è stato aumentato ogni anno per 41 anni consecutivi. Non molto tempo fa, l'azienda era in ritardo rispetto ai suoi colleghi nella produzione, ma ha investito molto per cambiare la situazione. Oggi la produzione dell'azienda è forte ed è riuscita a ridurre i costi di produzione e a migliorare la redditività. In poche parole, questo gigante è tornato in gioco.

XOM
$113.72 $0.09 +0.08%

Il bilancio dell'azienda è tra i più solidi del settore, con un rapporto debito/patrimonio netto di appena 0,2. Storicamente, questa solidità finanziaria ha permesso a Exxon di indebitarsi durante i periodi di crisi del settore, in modo da poter continuare a investire nelle proprie attività e pagare un dividendo in crescita.

Attualmente il titolo è molto vicino ai suoi massimi storici, raggiunti in tempi relativamente recenti. L'intero settore è davvero interessante in questo momento e se qualcuno sta pensando a questa società, è sulla strada giusta.

2. Chevron $CVX+0.5%

Chevron ha un valore di mercato di 295 miliardi di dollari. Il suo dividend yield è di circa il 4%. E il payout è aumentato ogni anno per 36 anni. Come Exxon, Chevron ha un bilancio solido con un rapporto debito/patrimonio netto ancora più basso: 0,15 volte. Da un punto di vista commerciale, Chevron si comporta bene come Exxon sulla maggior parte dei punti di confronto.

XOM
$113.72 $0.09 +0.08%

Per gli investitori a lungo termine, quindi, la vera domanda è quale di questi rivali scegliere. Gli investitori conservatori che vogliono massimizzare il reddito generato sono più propensi a desiderare un rendimento più elevato e un bilancio ancora più solido. In questo caso, probabilmente si troveranno meglio con Chevron.

Anche il grafico di queste società non è molto diverso. Entrambe sono cresciute di oltre il 150% dai minimi storici e ora si aggirano intorno ai prezzi massimi. Data la forza di queste società e la domanda globale attuale e futura dei loro servizi, si tratta di una buona componente del portafoglio e di una solida rappresentazione del settore energetico.

Le dimensioni maggiori di Exxon offrono alcuni vantaggi, come l'accesso al capitale e la capacità di affrontare progetti più ampi. Ogni società ha qualcosa da offrire. Entrambe sarebbero una scelta valida, anche se l'opzione migliore potrebbe essere quella di acquistarle entrambe.

3. TotalEnergies $TTE-0.5%

TotalEnergies, con una capitalizzazione di mercato di 140 miliardi di dollari, non ha un curriculum impressionante per quanto riguarda i dividendi. In effetti, la sua statistica sui dividendi più impressionante oggi è che non ha tagliato il suo dividendo nel 2020 quando lo hanno fatto concorrenti del settore come BP-0.8% Shell $SHEL+0.0%.

I tagli ai dividendi sono avvenuti quando BP e Shell hanno annunciato di voler investire maggiormente nell'energia pulita. TotalEnergies ha fatto lo stesso cambiamento di investimenti, ma era molto chiaro che il dividendo era importante per l'azienda perché sapeva quanto fosse importante per gli investitori.

TTE
$70.70 -$0.32 -0.45%

Anche solo da questo punto di vista, è chiaro che le aziende tengono ai loro investitori e questo è sempre positivo per gli azionisti. Se un'azienda si preoccupa dei suoi investitori e produce profitti costanti per loro, tutti sono contenti e possono aspettarsi un aumento del flusso di denaro.

Nel settore petrolifero, questa società crea un'opportunità per gli investitori che si rendono conto che l'energia pulita diventerà sempre più importante. Si potrebbe cercare di scegliere un vincitore nel settore dell'energia pulita, ma è ancora molto presto.

Lasciare che sia una società finanziariamente solida come TotalEnergies a gestire le mutevoli correnti del settore è probabilmente un'alternativa più sicura per la maggior parte degli investitori. Se a ciò si aggiunge un rendimento da dividendo di quasi il 5%, il titolo diventa di nuovo un po' più interessante.

L'intero settore offre una grande opportunità per tutti gli investitori in futuro. Il petrolio stesso è stato molto volatile sul mercato azionario, anche se negli ultimi 6 mesi si è a malapena mosso. Il futuro è nell'energia e ancor più nell'energia pulita. Se queste aziende riusciranno a raggiungere il risultato desiderato in termini di rinnovabilità, sarà meglio per l'umanità e per gli investitori.

Questa non è una consulenza finanziaria. Sto fornendo dati pubblicamente disponibili e condividendo le mie opinioni su come io stesso agirei in queste situazioni. Investire è rischioso e ognuno è responsabile delle proprie decisioni.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.