S&P 500 ^GSPC
5,088.8
+0.03%
Tesla TSLA
$191.97
-2.76%
Apple AAPL
$182.52
-1.00%
Meta META
$484.03
-0.43%
Nvidia NVDA
$788.17
+0.36%
Microsoft MSFT
$410.34
-0.32%
Amazon AMZN
$174.99
+0.23%
Alphabet GOOG
$145.29
-0.02%

Le relazioni tra Stati Uniti e India sono entrate in un nuovo capitolo.

Giovedì 22 giugno, Joe Biden e il Primo Ministro indiano Nerendra Modi hanno brindato durante una cena congiunta alla Casa Bianca.

Ultimamente abbiamo parlato dell'India e sono d'accordo sul fatto che ci sia del potenziale. Anche se per noi è difficile, forse irrealistico, acquistare singoli titoli, almeno ci sono buone notizie per il mercato che entra in questo territorio. Ieri abbiamo brindato insieme a nuovi accordi in materia di tecnologia e difesa.

"Quando l'India e gli Stati Uniti lavorano insieme su semiconduttori e minerali, aiutano il mondo a rendere le catene di approvvigionamento più diversificate, più resistenti e più affidabili", ha detto Modi rivolgendosi a una sessione congiunta del Congresso degli Stati Uniti. "All'inizio del secolo eravamo estranei alla cooperazione nel settore della difesa, ma ora gli Stati Uniti sono diventati uno dei nostri partner più importanti". Ha aggiunto

Ma l'articolo avverte che non si tratta di un'alleanza e che il loro rapporto sarà molto diverso da quello di altri Paesi della regione con Washington.

I primi accordi sono stati stipulati, ad esempio, per la costruzione di motori General Electric F414 in India e per la riparazione di navi della Marina statunitense in servizio nei cantieri navali indiani. I due Paesi hanno inoltre concordato di collaborare nei settori dello spazio e dell'intelligenza artificiale e di lavorare insieme per garantire catene di approvvigionamento minerarie resilienti.

In questo senso, entrambe le parti prevedono l'innovazione in tutti i settori. Inoltre, è stata espressa la volontà di migliorare le relazioni commerciali, anche ponendo fine a sei controversie in corso presso l'Organizzazione mondiale del commercio.

Probabilmente non è una sorpresa, gli Stati Uniti hanno sempre cercato di inserirsi dove potevano e se non riescono a fare bene con la Cina, perché non provare con i vicini. 😁 Non capisco nulla di politica, ma questa è sicuramente una buona notizia per noi investitori, perché sicuramente cominceranno ad emergere aziende che ne trarranno vantaggio. Cosa ne pensate?


No comments yet