S&P 500 ^GSPC 5,010.6 +0.87%
Nvidia NVDA $795.18 +4.35%
Tesla TSLA $142.05 -3.40%
Amazon AMZN $177.23 +1.49%
Alphabet GOOG $157.95 +1.43%
Apple AAPL $165.84 +0.51%
Microsoft MSFT $400.96 +0.46%
Meta META $481.73 +0.14%

L'economia sta rallentando e l'inflazione non tornerà immediatamente agli obiettivi delle banche centrali. Ecco perché preferiamo i titoli value, i mercati emergenti e i produttori di materie prime.

La causa fondamentale dell'inflazione ancora significativamente elevata è lo stimolo monetario e fiscale senza precedenti dell'economia pandemica (2020-2021) da una prospettiva globale. I loro effetti si fanno sentire ancora oggi nell'economia e nei mercati.

Negli ultimi mesi lo slancio dell'economia globale è rallentato. Ciò è particolarmente evidente nell'area dell'euro, in particolare in Germania.

L'inflazione nell'economia mondiale rimane fortemente elevata. È improbabile che ritorni all'obiettivo del 2% di inflazione per un bel po' di tempo.

I mercati obbligazionari globali sono diventati sostanzialmente più convenienti negli ultimi anni. Tuttavia, a nostro avviso, non sono ancora molto interessanti, anche a fronte di un'inflazione ancora fortemente elevata e di deficit di bilancio record nelle principali economie.

Continuiamo pertanto a mantenere una duration fortemente sottopesata nei titoli di Stato cechi.

Le azioni sono generalmente costose, a causa dell'estrema sopravvalutazione del mercato statunitense.

Preferiamo i titoli value, i titoli dei mercati emergenti e quelli dei produttori di materie prime.


No comments yet