S&P 500 ^GSPC
5,061.82
-1.20%
Tesla TSLA
$161.48
-5.59%
Nvidia NVDA
$860.01
-2.48%
Meta META
$500.23
-2.28%
Apple AAPL
$172.69
-2.19%
Microsoft MSFT
$413.64
-1.96%
Alphabet GOOG
$156.33
-1.80%
Amazon AMZN
$183.62
-1.35%

Le grandi aziende tecnologiche sono "minacciate" dall'Unione Europea + Apple è ora nei guai in Cina.

Amazon $AMZN-1.3%, Alphabet $GOOG-1.8%, Apple $AAPL-2.2%, Microsoft $MSFT-2.0%, Meta $META-2.3% e ByteDance (una società cinese di tecnologia internet) hanno ora sei mesi di tempo per conformarsi a regole di mercato più severe.

Il commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton

La Commissione europea, il braccio esecutivo dell'UE, ha nominato mercoledì sei società con un fatturato annuo superiore a 7,5 miliardi di euro (8 miliardi di dollari) o 45 milioni di utenti attivi mensili all'interno del blocco per conformarsi a regole di mercato più severe - ad esempio, non possono impedire agli utenti di disinstallare qualsiasi software o app preinstallata o trattare i propri servizi in modo più favorevole. Hanno 6 mesi di tempo per farlo.

Oltre alla legge sui mercati digitali, l'UE ha introdotto anche la legge sui servizi digitali, che mira a rendere le piattaforme legalmente responsabili dei contenuti che trasmettono. La mancata osservanza di questi requisiti potrebbe comportare multe salate e divieti temporanei di accesso al mercato europeo.

"Se queste aziende non si adeguano, e spero che tutte lo facciano, avremo la possibilità di multarle fino al 10% del loro fatturato globale", ha dichiarato mercoledì alla CNBC Thierry Breton, commissario per il mercato interno dell'UE. La multa potrebbe salire al 20% se l'azienda in questione continuerà a non rispettare le regole. Il passo successivo, se non dovesse funzionare, sarebbe un divieto temporaneo.

"E se continueranno, sì, abbiamo degli strumenti, tra cui lo smantellamento di queste aziende, ma non voglio mai usarli. E posso dirvi che le discussioni che stiamo avendo con tutte queste aziende sono professionali e credo che si stiano muovendo nella giusta direzione", ha detto Breton. Tuttavia, come si può vedere dalla frase diretta, a mio parere si tratta di bububu, ma tutte le parti vogliono arrivare a un accordo e non credo che nessuna delle aziende avrà problemi qui in Europa.

Per la cronaca, altre aziende potrebbero essere aggiunte a questa lista, tra cui Netflix, PornHub e Airbnb.

Aggiungo a questo post un messaggio su Apple $AAPL-2.2%, che sta attualmente recuperando terreno sulla politica locale e sull'eterno "mercanteggiare" con l'Occidente. Il suo declino è arrivato dopo le notizie secondo cui Pechino, nelle scorse settimane, ha detto ai dipendenti di alcune agenzie governative centrali di smettere di usare i loro cellulari Apple al lavoro.

Il divieto più ampio non sorprende e dimostra come la Cina stia cercando di limitare l'accesso al mercato delle aziende occidentali, ha dichiarato il rappresentante statunitense Mike Gallagher, presidente della commissione della Camera dei Rappresentanti sulla Cina. "Questo è un comportamento da manuale del Partito Comunista Cinese: promuovere i campioni nazionali della RPC (Repubblica Popolare Cinese) nelle telecomunicazioni e ridurre lentamente l'accesso al mercato per le aziende occidentali", ha dichiarato Gallagher alla Reuters.

Beh, che dire, è solo la Cina, e questi vari divieti e simili li troviamo abbastanza regolarmente. Non sono certo preoccupato per la forza di Apple, ci sono già abbastanza aziende che guardano al mercato indiano e che comunque si stanno spostando lì. 😊

E lei cosa ha da dire su queste notizie? 😊🍀




No comments yet