Philips $PHG+2.2%, il produttore olandese di elettronica ed elettricità, ha reso noti i risultati del terzo trimestre:

PHG
$20.18 $0.42 +2.15%
Capital Structure
Market Cap
18.6B
Enterpr. Val.
24.5B
Valuation
P/E
-32.0
P/S
0.9
Dividends
Yield
-
Payout
-

La crescita delle vendite nominali del 4% a parità di perimetro ha battuto le aspettative, con un aumento delle vendite comparabili dell'11% rispetto alle stime del 7,26%. Il margine EBITDA rettificato è stato del 10,2% contro la stima media degli analisti del 9,41%. La divisione Diagnostica e Terapeutica ha registrato il maggior incremento delle vendite comparabili, pari al 13,8% contro le aspettative dell'8,81%.

L'utile delle attività continuative è stato di 97 milioni di euro rispetto alla perdita di 1,33 miliardi di euro registrata nello stesso periodo dell'anno precedente. L'utile per azione rettificato da attività continuative è salito a 0,33 euro, superando le aspettative di 0,27 euro.

Il free cash flow del terzo trimestre è stato di 333 milioni di euro e il cash flow operativo di 489 milioni di euro.

L'acquisizione di ordini su base comparabile è diminuita del 9% rispetto all'anno precedente, mentre nell'ultimo trimestre la società aveva registrato un calo dell'8%. Il portafoglio ordini copre circa il 40% del fatturato totale del gruppo. È stato proprio il calo degli ordini ricevuti a suscitare la reazione negativa degli analisti nell'ultima relazione trimestrale.

Philips ha aggiornato la sua previsione di margine EBITDA rettificato per l'intero anno, passando da una fascia alta di percentuali a una cifra a una fascia specifica del 10-11%. Secondo l'azienda, le vendite comparabili dovrebbero crescere del 6,7% nell'anno fiscale 2023, mentre gli analisti si aspettavano il 5,92%.

No comments yet