S&P 500 ^GSPC
5,061.82
-1.20%
Tesla TSLA
$161.48
-5.59%
Nvidia NVDA
$860.01
-2.48%
Meta META
$500.23
-2.28%
Apple AAPL
$172.69
-2.19%
Microsoft MSFT
$413.64
-1.96%
Alphabet GOOG
$156.33
-1.80%
Amazon AMZN
$183.62
-1.35%

Cosa c'è dietro la tragica caduta di Cisco Systems? È il momento di acquistare a un prezzo vantaggioso?

Le azioni di Cisco $CSCO-0.5% sono crollate giovedì dopo che l'azienda tecnologica ha avvertito che le sue entrate sarebbero diminuite in questo trimestre a causa delle serrate in Cina che hanno interrotto le catene di fornitura. Con un calo di quasi il 34% quest'anno, lo stato attuale del titolo potrebbe essere un'opportunità di acquisto? Oggi analizziamo da vicino i motivi per cui Cisco ha disatteso le aspettative degli investitori.

$CSCO-0.5%

L'azienda produttrice di apparecchiature di rete e fornitrice di servizi ha dichiarato mercoledì sera di prevedere per il quarto trimestre fiscale un calo dei ricavi compreso tra l'1% e il 5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Gli analisti si aspettavano un aumento del 5,9% a 13,9 miliardi di dollari.

Le azioni sono scese fino al 14% a 41,36 dollari, il prezzo più basso dal novembre 2020, e i 24 milioni di azioni scambiate hanno superato il volume medio giornaliero di circa 22 milioni di azioni durante la prima ora di negoziazione.

  • Un mese fa ho scritto un articolo in cui affermavo che Cisco aveva un enorme portafoglio ordini e anche un elevato portafoglio ordini, il che da un lato mi rendeva ottimista. Purtroppo, più e più volte: COVID.

Cisco ha dichiarato di aver registrato una "solida domanda" durante il terzo trimestre fiscale, ma le vendite sono state danneggiate dalle serrate dovute al coronavirus in Cina e dalla guerra in Ucraina iniziata dalla Russia a fine febbraio. La situazione in Cina rimane un punto di pressione nell'attuale quarto trimestre fiscale.

  • Questa è esattamente la situazione in cui ci si aspettava un trimestre forte, guidato da buoni risultati, ma c'è stata una serrata ''inaspettata'' in Cina e immediatamente abbiamo un andamento opposto a quello previsto. L'analisi è una buona cosa, ma ci sono cose che non conosciamo e che non possiamo controllare.

Cosa dice il CEO diCisco?

Cosa c'è dietro il declino di Cisco?

"Shanghai dice ora che aprirà il 1° giugno. Non sappiamo esattamente cosa significhi" e quale impatto avrà sulla sicurezza delle parti necessarie per la produzione, ha dichiarato Chuck Robbins, CEO di Cisco, durante la teleconferenza dell'azienda, secondo una trascrizione.

"E in linea con questo, crediamo che quando apriranno e permetteranno l'avvio della logistica dei trasporti, ci sarà un alto grado di congestione", con una forte concorrenza per l'accesso a porti e aeroporti, ha detto.

Robbins ha dichiarato che Cisco "ha vissuto un intero trimestre di blocco in Cina", con lavori bloccati principalmente a Shanghai. A fine marzo, le autorità della città più popolosa del Paese hanno ordinato a milioni di persone di rimanere a casa e di non andare al lavoro per rallentare la diffusione di una malattia respiratoria.

L'incapacità di Cisco di "far uscire le forniture dalla Cina" ha portato a un calo di 300 milioni di dollari negli utili del terzo trimestre, mentre il fatturato è stato penalizzato di 200 milioni di dollari a causa della guerra in Ucraina, ha dichiarato Robbins, che è anche presidente del consiglio di amministrazione.

L'azienda ha dichiarato di aver riscontrato vincoli in circa 350 componenti critici su 41.000 nel quarto trimestre.

"Il nostro team di supply chain sta perseguendo in modo aggressivo diverse opzioni per far fronte a queste carenze", ha dichiarato Scott Herren, Chief Financial Officer di Cisco, in una conference call tenutasi mercoledì.

Conclusione

Al momento non sono in grado di dire se si tratta di un acquisto d'occasione o di un investimento. L'azienda è in attività da decenni e paga un dividendo del 3,64%, che è uno degli aspetti positivi della società. D'altra parte, c'è un aspetto negativo significativo che apre la porta all'ingresso. Non posso dire al 100% che siamo al fondo definitivo. L'azienda è afflitta dal covido e dalla guerra in Ucraina, che ne limitano fortemente la produzione e le catene di approvvigionamento. Poiché nessuno di noi sa per quanto tempo si trascinerà questa crisi, è impossibile dire con certezza se aspettarsi un miglioramento nel breve periodo. Sebbene l'azienda riporti un enorme portafoglio ordini, che normalmente sarebbe un catalizzatore per la crescita, non possiamo essere sicuri di nulla nel caso e nella situazione attuale. La decisione finale rimane vostra, dal mio punto di vista è molto rischioso entrare nel breve termine, anche se il prezzo può sembrare allettante rispetto ai massimi storici.

  • Per quanto riguarda il lungo termine, mi fiderei persino di Cisco, ci vorrà solo un miglioramento della situazione geopolitica nel mondo. Fino ad allora, non sarei disposto ad assumermi questo tipo di rischio.

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria. Ogni investimento deve essere sottoposto a un'analisi approfondita.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet