S&P 500 ^GSPC 5,010.6 +0.87%
Nvidia NVDA $795.18 +4.35%
Tesla TSLA $142.05 -3.40%
Amazon AMZN $177.23 +1.49%
Alphabet GOOG $157.95 +1.43%
Apple AAPL $165.84 +0.51%
Microsoft MSFT $400.96 +0.46%
Meta META $481.73 +0.14%

Il crollo del mercato azionario sarà peggiore del 2008, dice il leggendario Robert Kiyosaki

Robert Kiyosaki è noto soprattutto per il suo bestseller Papà ricco, papà povero. Si potrebbe dire che è diventato anche un'icona delle cospirazioni e delle teorie cospirative di ogni tipo. Viene visto regolarmente commentare lo sviluppo delle criptovalute, dei mercati, dei mercati immobiliari e molto altro ancora. Oggi cercherò di darvi un'idea del suo punto di vista sui mercati attuali, dove vede una possibile catastrofe peggiore del 2008.

La prima parte dell'articolo sarà dedicata al mercato immobiliare, ma ci sono lezioni da imparare anche per i mercati azionari.

Molte persone ascoltano senza pensare i loro broker, i loro consulenti o i vari gruppi d'investimento, dove la frase "buy the dip" (compra il ribasso) compare sempre più spesso. Molti investitori sono rimasti stupiti quest'anno, e il mondo si meraviglia: Le azioni non salgono soltanto. Un gran numero di investitori, che si tratti del mercato immobiliare o di quello azionario, pensa che quando i prezzi salgono significhi automaticamente salire sul carro dei vincitori e investire rapidamente. Altrimenti, quando il mercato langue, molti investitori ricorrono all'acquisto con l'impressione di aver toccato il fondo, ma questo potrebbe non arrivare prima di qualche mese e con uno spread di decine di punti percentuali.

  • Molti ascoltano le tendenze degli investitori, ma questo non è il metodo migliore per investire.

Nel tentativo di ridurre l'inflazione e i difetti economici, è comune pompare denaro in attività già malconce e ammaccate. L'ipotesi è che questo stile possa evitare un incidente.

Kiyosaki: Biden potrebbe alimentare deliberatamente l'inflazione

  • Le sue argomentazioni sono quindi valide, ma è possibile valutare la situazione reale.

Il motivo principale è che da un lato abbiamo tassi di interesse con inflazione e dall'altro c'è una crisi petrolifera/energetica. Kiyosaki parla del fatto che le trivellazioni petrolifere hanno smesso di espandersi in misura maggiore (per volere di Biden) e le nuove trivellazioni, che promettono di migliorare la situazione, hanno iniziato a essere impedite in particolare. In poche parole: niente trivellazioni e niente produzione = aumento del prezzo e della domanda di petrolio.

Questo ha comportato molte cose (non solo l'aumento dei prezzi), ma anche una riduzione della forza lavoro, sia essa associata alle trivellazioni o alle persone che hanno bisogno di carburante per le loro macchine. La riduzione della forza lavoro e gli aumenti dei prezzi che accompagnano l'aumento generale dei prezzi sono solo la forza trainante dell'inflazione.

  • L'inflazione rende i ricchi estremamente ricchi.
  • La classe media pagherà tasse più alte.
  • E alla fine sono i poveri a diventare più poveri.

Kiyosaki confronta il 2008 con il momento attuale

C'era anche un uomo che 14 anni fa pensava che stampare denaro avrebbe risolto ogni problema che si sarebbe presentato. Lasciatemi dire una cosa: non ha risolto il problema. In che modo la situazione è peggiore nel presente?

  • Il problema è la moneta stessa (il dollaro statunitense), che ha subito un'incredibile flessione nel corso della sua storia. Nel 1944, il dollaro non era più la valuta principale, ma la valuta di riserva. Nel corso del tempo, il dollaro stesso ha raggiunto il punto in cui ha perso la sua capacità di essere una riserva e di essere ancorato all'oro. Questi sono i grandi cambiamenti e i passi da gigante che vediamo oggi e ogni giorno.
  • Nel 2008 ne sono uscito vincitore vendendo in anticipo e apprezzando l'intera situazione (ho fatto una vera fortuna, come afferma lui). In un momento in cui tutti erano in preda al panico e vendevano, Kiyosaki acquistava a prezzi più bassi, il che si è poi rivelato un'ottima mossa per lui.

___________________________________________________________________________

Qualche mese fa, la Fed stampava fino a 120 miliardi di dollari al mese! Poi, a novembre, la FED annuncia che inizierà a ridurre la quantità di denaro in circolazione (di 10-15 miliardi di dollari al mese). Il mese successivo (dicembre 2021) tale cifra è salita a 30 miliardi di dollari (in un solo mese).

All'inizio di gennaio 2022, la Fed ha mostrato un'attività opposta a quella che ci si sarebbe potuti aspettare. Invece dell'allentamento quantitativo, stanno essenzialmente iniziando a distruggere un sacco di denaro con una "stretta" quantitativa.

Stampare denaro spinge essenzialmente al rialzo il prezzo dei beni, mentre quando il denaro viene "distrutto" i beni tendono a diminuire di valore (eventi attuali nel mercato azionario).

Quando la Fed stampa denaro, acquista per lo più obbligazioni; quando le obbligazioni giungono a scadenza, si limita a convertirle in un'obbligazione di tipo analogo. Il denaro viene distrutto solo da questa vendita di obbligazioni, quando l'obbligazione giunge a scadenza qualcun altro deve comprare l'obbligazione = la FED recupera i suoi soldi.

In poche parole: la stretta quantitativa non porta benefici al mercato o alle persone normali. La distruzione del denaro non è correlata all'aumento dell'inflazione che ci rende poveri. Logicamente i prezzi aumentano = la gente risparmia e non spende/investe tanto. Mi aspetto che il semplice fatto di non spendere denaro possa contenere un po' l'inflazione, ma questo potrebbe portare a un crollo del mercato azionario.

Dov'è il problema principale dell'economia?

La crescita del "credito" o dei prodotti è sempre stata il motore dell'economia e della sua crescita. Un tempo era così, ma oggi non più così tanto. Invece di essere trainata dagli investimenti e dai risparmi, come avveniva in passato, la nostra economia è ora creata dal consumo di credito e dalla creazione di nuovo credito. Non è una cattiva idea, ma anche questo consumo di credito ha bisogno di una tendenza al rialzo per sopravvivere. Il che ci porta alla forte dipendenza dallo Stato (prestiti e spesa pubblica).

(247) "Il crollo sarà peggiore del 2008" | L'ultimo avvertimento di Robert Kiyosaki - YouTube

Ieri ho dichiarato quanto segue sul mio feed di Twitter:

Le vendite di case negli Stati Uniti sono scese ai minimi degli ultimi 2 anni. Sia il PMI manifatturiero che quello dei servizi sono risultati inferiori alle aspettative. Il rendimento del Tesoro decennale è crollato al livello più basso degli ultimi mesi in seguito ai deludenti dati economici. Qualcuno ha bisogno di altre prove che la stretta della Fed sta frenando l'economia?

  • Qual è la sua valutazione degli attuali eventi di mercato?
  • Siete interessati solo alle azioni o anche all'economia generale e agli sviluppi?
  • Siete interessati ai dati relativi ai cambiamenti/sviluppi dell'economia negli Stati Uniti?
  • Fatemi sapere la vostra opinione e quali possibilità vedete di un crollo del mercato simile a quello del 2008.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet