S&P 500 ^GSPC
4,991.86
-0.38%
Nvidia NVDA
$820.34
-3.11%
Meta META
$486.74
-3.00%
Amazon AMZN
$175.88
-1.86%
Apple AAPL
$165.02
-1.21%
Alphabet GOOG
$156.22
-0.78%
Microsoft MSFT
$401.26
-0.74%
Tesla TSLA
$149.55
-0.26%

4 motivi rivoluzionari per non investire in azioni a dividendo

Le società che pagano i dividendi vi pagano essenzialmente per possederle. Inoltre, un titolo che paga un dividendo è semplicemente più interessante di uno che non lo paga. Ma è bene ricordare che i titoli che pagano dividendi hanno degli aspetti negativi. In questo articolo vorrei illustrare proprio la questione dei dividendi e il motivo per cui non sempre è la migliore decisione possibile per un'azienda.

La questione del pagamento dei dividendi

1. Inefficienza fiscale

Iprofitti di unasocietà sono essenzialmente tassati due volte. La doppia imposizione si riferisce al fatto che i profitti delle società sono prima tassati dal governo. Le società pagano le tasse sui loro profitti e poi pagano i dividendi agli azionisti con i profitti al netto delle tasse. Tuttavia, questo pagamento di dividendi viene nuovamente tassato, di solito prima che raggiunga il vostro conto di intermediazione.

2. Minore apprezzamento del prezzo delle azioni

I titoli con dividendo in genere non si rivalutano con la stessa rapidità dei titoli che non pagano dividendi. I fattori sono due. In primo luogo, i prezzi delle azioni sono determinati dalle valutazioni delle società di investimento, che valutano il potenziale di rendimento totale di un titolo. Il rendimento totale comprende i dividendi e l' apprezzamento del prezzo delle azioni. Un'azione che non paga dividendi otterrà un rendimento esclusivamente attraverso l'apprezzamento. I titoli a dividendo dividono il loro rendimento tra pagamenti agli azionisti e rivalutazione.

In secondo luogo, le società che possono finanziare in modo affidabile i dividendi sono consolidate e prevedibili. Questi titoli non presentano una crescita esplosiva degli utili che può causare un'estrema rivalutazione del prezzo delle azioni. Al contrario, tendono a seguire un percorso di crescita lenta e costante, aumentando meno nei mercati forti e diminuendo meno nei mercati deboli.

Se preferite il potenziale di crescita elevata alla stabilità, i titoli a dividendo non fanno per voi!

3. Meglio con un orizzonte temporale più lungo

I titoli che pagano i dividendi sono adatti per gli investimenti a lungo termine. Come già detto, nel breve periodo possono essere più o meno impressionanti a seconda del clima di mercato. Tuttavia, tendono a dimostrare il loro valore nel corso di decenni con una crescita affidabile, a condizione di reinvestire i dividendi.

4. Utilizzo del flusso di cassa

Il pagamento di un dividendo non è sempre il modo migliore per utilizzare ilflusso di cassa libero. Molte società non pagano affatto i dividendi perché sono in grado di investire i loro fondi con un rendimento elevato, che in ultima analisi ha un effetto positivo sul prezzo delle azioni.

Sintesi

I titoli a dividendo sono ideali per la detenzione a lungo termine. Sono inoltre adatte agli investitori che desiderano costruire una fonte di reddito passiva nel tempo. Tuttavia, è bene ricordare che questi generatori di reddito hanno i loro svantaggi. Gli utili sono soggetti a doppia imposizione. Inoltre, il loro tasso di crescita è spesso prosaico, soprattutto quando il mercato si espande.

Personalmente, mi piacciono molto i titoli a dividendo e quindi l'obiettivo di questo articolo non era quello di scoraggiarvi dall'investire in questi titoli, ma di illustrarne gli aspetti fondamentali. Questa non è una raccomandazione di investimento. Per realizzarlo mi sono ispirata all'analista Catherine Brock.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet