S&P 500 ^GSPC
5,069.82
-0.16%
Alphabet GOOG
$137.43
-1.91%
Nvidia NVDA
$776.63
-1.32%
Tesla TSLA
$202.04
+1.16%
Apple AAPL
$181.42
-0.66%
Meta META
$484.02
-0.62%
Amazon AMZN
$173.16
-0.22%
Microsoft MSFT
$407.72
+0.06%

Il milionario Kevin O'Leary: i numeri non mentono, non ci sono ragioni per aspettarsi una recessione

Kevin O'Leary è un noto imprenditore e investitore con una predilezione per le criptovalute e un patrimonio netto stimato di 400 milioni di dollari. Dopo l'annuncio di ieri di JP Morgan, Kevin O'Leary si è unito al fronte rialzista, affermando che i numeri non suggeriscono che una recessione sia imminente. Nel mix non ci sono prove di una recessione al momento.

Chi è Kevin O'Leary?

Chi non conosce Kevin O'Leary, che ha fatto il più grande affare della sua vita quando ha venduto The Learning Company a Mattel nel 1999, all'apice della bolla di Internet, per 4,2 miliardi di dollari. Da allora è diventato gestore di fondi comuni e personaggio televisivo, e attualmente è un volto noto di "Shark Tank". È anche un investitore in criptovalute e non ha nascosto che fino al 20% del suo portafoglio è costituito da criptovalute (BTC, ETH, SOL, AVAX e altre).

È anche il fondatore di O'Leary Funds Management LP, di cui è presidente. O'Leary è anche un sostenitore della diversificazione e suggerisce che gli investitori dovrebbero avere in portafoglio una percentuale di obbligazioni pari alla loro età (ad esempio, 30% in obbligazioni e 70% in azioni per un investitore di 30 anni). O'Leary ha anche "dichiarato in numerose occasioni che non investirà in azioni quotate in borsa a meno che non paghino dividendi".

È noto anche per gli investimenti in oro, con il cinque per cento del suo portafoglio finanziario investito in oro fisico. Tuttavia, non investe in azioni di società minerarie aurifere, poiché il flusso di cassa è un fattore d'investimento importante per lui.

Intervista a O'Leary sulla recessione

L'economia statunitense è molto più forte di quanto si pensi e, secondo l'investitore Kevin O'Leary, "non ci sono ancora prove" di un imminente rallentamento o recessione.

Kevin O'Leary: Non dico che non avremo prove in tempo, ma chi dice che la recessione è già in corso o che lo sarà tra una settimana semplicemente si sbaglia. Non ci sono dati, non ci sono prove, non ci sono numeri che suggeriscano un rallentamento.

Il presidente dell'ETF O'Shares ha dichiarato di aver investito in un'ampia gamma di settori, dalle cucine commerciali alla ricarica wireless, fino alle attrezzature da palestra. E non vede "alcun segno" di recessione.

"Non vediamo ancora un rallentamento", ha detto, riferendosi a un documento che riassume le informazioni chiave sulla sua azienda. "Credo che sarò uno dei primi a vederlo". A questo proposito, O'Leary si differenzia dalla maggior parte degli investitori, essendo anch'egli debitamente consapevole.

Ha affermato che il settore dei consumi è ancora fiorente al momento. -Il PIL statunitense è sceso dell'1,5% nel primo trimestre dell'anno, nonostante la forte spesa dei consumatori.

Un periodo impegnativo

La recessione sarà difficile da prevedere a causa dei 4,5 trilioni di dollari riversati nell'economia e dei guadagni di produttività che le aziende hanno ottenuto adottando modelli direct-to-consumer.

Ci sono due ragioni per cui le recessioni sono difficili da prevedere, ha detto O'Leary.

Il primo è che negli ultimi anni sono stati immessi nell'economia statunitense diversi trilioni di dollari "dal Tesoro alle mani dei consumatori e delle imprese di tutto il Paese".

Si tratta di una quantità di denaro senza precedenti immessa nel sistema.

"Ogni settimana guardo i numeri di ciò che i consumatori comprano con il denaro che hanno, e negli ultimi tre anni i consumatori hanno davvero ottenuto molto, ed è anche per questo che non sono nel campo che si aspetta una recessione drammatica", ha aggiunto.

In secondo luogo, la tecnologia ha aumentato la produttività.

Il modello direct-to-consumer è ormai utilizzato in tutti i settori dell'economia, il che significa margini lordi più elevati e più dati sui clienti per le aziende. È molto più efficiente e produttivo, ha detto O'Leary.

"Coloro che affermano che siamo vicini a una recessione massiccia potrebbero sbagliarsi, e potrebbero anche perdere grossi profitti man mano che il mercato si riavvicina", ha affermato.

Cosa dice della Fed?

Ha detto che tutti pensano che la banca centrale sia fuori controllo, ma ritiene che il capo della Fed Jerome Powell sia "abbastanza in forma" e stia cercando di bilanciare inflazione e occupazione.

Sebbene vi siano segnali di un rallentamento o di una recessione, questo rischio sembra essere già incorporato nei prezzi delle azioni, viste le forti correzioni di molti indici, ha sottolineato O'Leary.

"Chiunque mi dica che è la fine del mondo libero come lo conosciamo non sta guardando i dati", ha detto, aggiungendo che alcune aziende private in cui ha investito hanno avuto "trimestri spettacolari".

L'economia prima o poi rallenterà, ma ha detto che non sarà presto.

"Credo ai numeri, non ai chiacchieroni che ogni giorno si sottraggono. Tutto il giorno altri investitori e analisti mi dicono cosa pensano che accadrà. Guardo i numeri, non mentono. Il flusso di cassa non mente. Questo è ciò che conta per me", ha detto.

Conclusione

Molti investitori, compreso il mio piccolo, si aspettano un rallentamento e una recessione prima o poi. Kevin O'Leary si unisce al campo di JP Morgan e condivide una visione simile dei mercati in prospettiva.

La dichiarazione di JP Morgan sulla recessione e le aspettative dell'indice S&P 500 sono disponibili qui: JP Morgan: non contate su una recessione quest'anno, l'S&P 500 andrà a 5k e questi 3 titoli produrranno un solido profitto | Bulios

Personalmente, non mi permetto di confrontare in alcun modo la mia opinione con questi nomi, tuttavia sono un po' confuso perché non so di quali dati abbiano ancora bisogno per determinare l'eventuale arrivo di una recessione. Osservando gli indicatori e i dati più importanti, personalmente non vedo alcun miglioramento o livello sostenibile, ma chissà, forse mi sbaglio e sto solo dormendo su una possibile opportunità di investimento redditizio prima della prossima corsa al rialzo.

  • Come lo vedi? Il mercato si riprenderà per tutto l'anno?

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet