S&P 500 ^GSPC
5,028.87
-0.45%
Nvidia NVDA
$842.63
-3.61%
Amazon AMZN
$181.33
-1.09%
Meta META
$494.73
-1.01%
Alphabet GOOG
$157.17
+0.75%
Apple AAPL
$168.24
-0.68%
Microsoft MSFT
$412.24
-0.56%
Tesla TSLA
$156.37
-0.47%

Questi 3 ETF difensivi vi offriranno un'ottima protezione per il resto di un 2022 volatile

Inflazione, tassi d'interesse, crisi e recessione sono concetti che ci accompagneranno almeno per il resto del 2022. Oggi analizzeremo 3 ETF diversificati ma difensivi che fungeranno da piccola copertura in questo mercato volatile. Tuttavia, alcuni di essi sono in grado di offrire rendimenti elevati (e non solo in termini di dividendi) oltre alla protezione del portafoglio. Dopo tutto, giudicate voi stessi 👇.

Il peggior semestre dell'anno (dal 1970) per l'S&P 500 ci pone una serie di domande. Per esempio: dove mettere i soldi? Quale strategia scegliere? Come proteggere al meglio il portafoglio dalle flessioni? Dovrei continuare con le azioni, le materie prime o forse gli ETF?

Penso che gli investitori cercheranno probabilmente scelte più sicure per i loro investimenti. Fortunatamente, possono trovare la protezione che cercano attraverso i fondi difensivi negoziati in borsa (ETF).

Sir John Templeton ha detto che "le quattro parole più costose della lingua inglese sono 'Questa volta è diverso'". Ma nel 2022, sembra quasi ingenuo affermare che l'ambiente in cui ci troviamo è qualcosa di già visto dagli investitori.

L'inflazione statunitense sta toccando i massimi da 40 anni. La Federal Reserve è impegnata nel più aggressivo inasprimento della politica monetaria dalla metà degli anni Novanta. La guerra in Ucraina ha devastato la nazione e ha scardinato le catene di approvvigionamento globali per i prodotti di base. Oh sì, e c'è ancora un'urgente crisi climatica che non siamo riusciti a risolvere, con ondate di calore che hanno nuovamente battuto i record nel 2022.

Abbiamo già abbastanza problemi, quindi non credo che possiate sbagliare scegliendo questi 3 ETF. Potreste anche essere sorpresi di sapere che alcuni dei nomi elencati di seguito portano anche valutazioni molto decenti 👇.

1. Simplify Interest Rate Hedge ETF $PFIX-4.0%

  • Attività in gestione: 302,0 milioni di dollari
  • Rendimento del dividendo: 0,02%.
  • Spese: 0,50%.

Se dovessi cercare un ETF dominante in un mercato ribassista, $PFIX-4.0%, con la sua crescita del 45% (YTD), sarebbe la scelta più ovvia.

Recentemente segnalato come uno dei 12 migliori ETF per combattere un mercato orso, il Simplify Interest Rate Hedge $PFIX-4.0% è uno dei fondi più performanti della prima metà del 2022 con rendimenti fenomenali (oltre il 50% a un certo punto).

Tali rendimenti sono difficili da ottenere in qualsiasi contesto di mercato, ma quest'anno sono particolarmente impressionanti.

La strategia principale di $PFIX-4.0% consiste nell'investire in opzioni sui tassi d'interesse, pertanto la sua performance è guidata da una politica monetaria più restrittiva e da un contesto di tassi in aumento. In altre parole, quando i tassi salgono, sale anche $PFIX-4.0%. E mentre la Federal Reserve statunitense attua il più grande rialzo dei tassi dal 1994, $PFIX-4.0% sta raccogliendo enormi frutti. Inoltre, sembra che abbiamo visto solo le prime fasi del rialzo dei tassi, il che rende convincente l'ipotesi di ulteriori guadagni per il $PFIX-4.0%.

Per essere chiari, il fondo di Simplify presenta in realtà un grosso rischio se i tassi d'interesse si riprendono e le cose tornano alla normalità a Wall Street. Tuttavia, date le intenzioni molto chiare della Fed e la persistente minaccia di una forte inflazione, ciò non sembra molto probabile nel breve termine.

E come molti altri ETF difensivi di questa lista, una delle maggiori attrattive di $PFIX-4.0% è la sua capacità di resistere e fornire rendimenti decenti quando i titoli convenzionali del vostro portafoglio stanno lottando per "sopravvivere".

2. Invesco Optimum Yield Diversified Commodity Strategy $PDBC-1.6%

  • Attività in gestione: 8,7 miliardi di dollari
  • Rendimento del dividendo: 39,6%
  • Spese: 0,62%.

Qual è la prima cosa che ti viene in mente quando guardi $PDBC-1.6%? Un dividend yield di quasi il 40%? Wow. Investendo i 18,10 dollari di oggi si otterranno 7,16 dollari sotto forma di dividendo, oltre a un aumento del 28,19% su base annua.

Nota sul rendimento: $PDBC-1.6% paga un dividendo annuale variabile. Pertanto, il rendimento attuale non è affatto indicativo di quello che un investitore potrebbe aspettarsi di anno in anno.

Se siete interessati ad attività non correlate, la vostra ricerca di ETF difensivi potrebbe andare oltre i metalli preziosi.

L'Invesco Optimum Yield Diversified Commodity Strategy No K-1 ETF $PDBC-1.6% è una buona scelta di ETF sulle materie prime per gli investitori che cercano un'impronta veramente diversificata nelle materie prime in una semplice partecipazione.

Con un patrimonio di quasi 8,7 miliardi di dollari, $PDBC-1.6% cerca di tracciare un "paniere" dei 14 contratti futures su materie prime più scambiati, tra cui petrolio, oro e mais. Alcune di queste partecipazioni sono legate all'energia, tra cui la benzina, il gasolio a basso tenore di zolfo e due forme di petrolio greggio: il Brent, il benchmark europeo, e il West Texas Intermediate, che è più strettamente allineato alle tendenze della produzione nordamericana.

Tuttavia, è presente anche una buona fetta di prodotti agricoli e metallici che forniscono un'impronta piuttosto diretta e diversificata nelle principali materie prime.

Oltre alla natura difensiva delle materie prime, soprattutto in un contesto inflazionistico come quello attuale, un'altra attrattiva di questo fondo è che gli investitori possono evitare il temuto modulo fiscale K-1 che altri fondi simili emettono a causa della loro struttura.

3. iShares Select Dividend ETF $DVY+0.7%

  • Attività in gestione: 21,3 dollari
  • Rendimento del dividendo: 3,4%
  • Spese: 0,38%.

Quando si parla di investimenti difensivi, molti investitori si orientano verso i titoli a dividendo. Questo perché queste società offrono un modesto rendimento annuo basato su distribuzioni regolari agli azionisti. Cosa forse ancora più importante, questi titoli hanno in genere utili significativi e affidabili a sostegno di questi pagamenti agli azionisti.

L'iShares Select Dividend ETF $DVY+0.7% offre un portafoglio diversificato di 100 titoli che offrono rendimenti superiori alla media, e i dividendi devono essere stati pagati almeno negli ultimi cinque anni. Ciò significa che non si ottengono solo ampi pagamenti, ma anche partecipazioni sottostanti che hanno dimostrato un impegno a condividere la ricchezza con gli azionisti.

Il fondo è composto da un totale di 100 titoli, tra i quali figurano il gigante del tabacco e società madre Marlboro Altria Group(MO), il raffinatore di petrolio Valery Energy(VLO) e il leader tecnologico di lunga data International Business Machines(IBM).

Il rendimento di$DVY+0.7% è attualmente del 3,4%, più del doppio di quello dell'indice S&P 500 (1,6%). Ma ciò che potrebbe davvero interessare gli investitori in cerca di opzioni a basso rischio è la sua buona tenuta nel corso della flessione del mercato. Questo ETF difensivo è sceso solo del 4% (e ha perso meno del 3% se si tiene conto dei dividendi), mentre il più ampio indice S&P 500 è sceso di oltre il 20%.

Se fossi alla ricerca di una scelta veramente equilibrata e difensiva, la mia attenzione sarebbe rivolta a questo. Il $DVY+0.7% mi sembra l'opzione più sicura di questi 3 ETF. Inoltre, ha fornito percentuali positive ai suoi investitori fino a giugno, cosa non scontata in questo mercato volatile.

Infine, vorrei porle alcune domande:

  • Cosa ne pensate di questi ETF?
  • Investite in ETF? Quali sono, se ci sono?
  • Gli ETF potrebbero essere la scelta migliore in un mercato volatile?

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria. Ogni investimento deve essere sottoposto a un'analisi approfondita.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet