S&P 500 ^GSPC
5,123.41
-1.46%
Nvidia NVDA
$881.95
-2.67%
Meta META
$511.90
-2.15%
Tesla TSLA
$171.05
-2.03%
Amazon AMZN
$186.13
-1.54%
Microsoft MSFT
$421.90
-1.41%
Alphabet GOOG
$159.19
-1.00%
Apple AAPL
$176.55
+0.86%

3 società con dividendi superiori alla media che vi garantiranno crescita e reddito passivo

Brookfield Renewable è un ottimo modo per beneficiare della transizione alle energie rinnovabili. Quest'ultima società è pronta a registrare una crescita maggiore grazie al previsto scorporo della sua unità Consumer Health. E l'ultima azienda non sarà frenata dalla perdita dell'esclusività del suo farmaco più venduto, Humira, negli Stati Uniti.

Tutte e tre queste società hanno solide attività sottostanti e offrono dividendi interessanti.

Sfortunatamente, il "set it and forget it" non è una strategia utilizzabile con molti titoli. Troppe cose possono cambiare nel corso degli anni, trasformando un'azione un tempo interessante in un albatros per il vostro portafoglio.

Tuttavia, ci sono delle eccezioni. Alcune di esse offrono anche solidi dividendi che nel tempo si aggiungono in modo significativo ai vostri rendimenti totali. Ecco tre titoli a dividendo inarrestabili da acquistare e non vendere mai.

1. Brookfield Renewable $BEP-3.3%

Brookfield Renewable gestisce impianti idroelettrici, eolici, solari e di stoccaggio che generano complessivamente circa 21 gigawatt di energia. Dal 2013 l'azienda ha aumentato la distribuzione a un tasso di crescita annuale composto del 6% e attualmente rende più del 3,5%. L 'aumento dell'uso di energia rinnovabile è fondamentale per ridurre le emissioni di carbonio. Passare al solare e all'eolico ha anche un senso economico. Queste due fonti energetiche pulite sono già più convenienti della generazione a carbone o a gas. Le loro proposte di valore saranno ancora più interessanti in futuro.

Brookfield Renewable è pronta a beneficiare di questi venti di coda. La pipeline di sviluppo dell'azienda ammonta a quasi 69 gigawatt di capacità, con altri 21 gigawatt che dovrebbero entrare in funzione entro il 2030. Un rendimento totale medio annuo del 15% dovrebbe essere facilmente raggiungibile per questo titolo inarrestabile.

2. Johnson & Johnson $JNJ-0.9%

Johnson & Johnson è probabilmente uno dei titoli a dividendo più sicuri del pianeta. È un re dei dividendi con una storia impressionante di 60 anni consecutivi di aumenti dei dividendi. Il dividend yield di J&J è attualmente pari al 2,5% e l'azienda esiste dal 1886. Questa longevità dimostra che Johnson & Johnson è in grado di adattarsi ai cambiamenti del mercato. Il settore sanitario di oggi è molto diverso da quello di un secolo fa, ma J&J rimane uno dei leader.

Un esempio di come Johnson & Johnson continui a evolversi è l'imminente scorporo della sua attività nel settore della salute dei consumatori. J&J prevede di scorporare l'unità come entità separata quotata in borsa nel 2023, mentre il segmento farmaceutico e dei dispositivi medici rimarrà parte dell'azienda principale.

Grazie a questa mossa, Johnson & Johnson dovrebbe essere in grado di garantire una crescita maggiore rispetto agli ultimi anni. L'azienda manterrà diversi prodotti con vendite in rapida crescita, tra cui il farmaco antitumorale Darzalex e il farmaco per le malattie autoimmuni Tremfya.

3. AbbVie $ABBV-2.2%

Molte delle stesse argomentazioni a favore di Johnson & Johnson valgono anche per AbbVie. Come J&J, AbbVie è il re dei dividendi, anche se per poco, con una striscia di 50 anni di aumenti dei dividendi. Il rendimento da dividendo del 3,7% del produttore di farmaci sembra particolarmente allettante . Finora AbbVie ha battuto il mercato complessivo nel 2022. Non è una sorpresa. I titoli di Big Pharma hanno inoltre battuto l'indice S&P 500 negli ultimi tre, cinque e dieci anni.

Il motivo principale della forte performance di AbbVie è che l'azienda continua a crescere attraverso acquisizioni e innovazione interna. Ad esempio, il farmaco più venduto di AbbVie, Humira, perderà l'esclusività del brevetto statunitense il prossimo anno. Tuttavia, l'azienda ha già due successori di Humira che stanno rapidamente aumentando le vendite, Rinvoq e Skyrizi. Ha inoltre ridotto la sua dipendenza da Humira grazie all'acquisizione di Allergan nel 2020. AbbVie ha dimostrato chiaramente di essere in grado di sopravvivere e prosperare in un mercato biofarmaceutico in rapida evoluzione. Anche se in futuro l'azienda dovrà inevitabilmente affrontare la scadenza dei brevetti sui prodotti chiave, il suo impegno nella ricerca e nello sviluppo commerciale dovrebbe renderla vincente per molto tempo.

Per gli investitori che amano i dividendi, queste società sono sicuramente interessanti. Per me personalmente, la società di energia rinnovabile, di cui sono anche proprietario, è la più interessante, seguita dalle società farmaceutiche. Tuttavia, ogni investitore può avere una situazione diversa, quindi non prendete questo documento come un consiglio di investimento, ma solo come un'analisi delle aziende.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet