S&P 500 ^GSPC
4,971.75
-0.79%
Nvidia NVDA
$805.59
-4.86%
Meta META
$481.77
-3.99%
Amazon AMZN
$174.71
-2.52%
Alphabet GOOG
$154.86
-1.65%
Apple AAPL
$164.35
-1.61%
Microsoft MSFT
$398.68
-1.38%
Tesla TSLA
$148.11
-1.22%

Ecco uno scenario in cui il Bitcoin varrà presto 300.000 dollari

Il Bitcoin ci accompagna da qualche anno. Ha affrontato le situazioni più disparate. Si è anche guadagnata una serie di reputazioni: da moneta falsa e inesistente su Internet usata per pagare transazioni illegali, a più grande invenzione del secolo, a futura valuta del pianeta. Qualunque sia il futuro, c'è ancora una cosa importante che è ancora associata al suo nome: Prezzo. E anche gli scenari sono molteplici. Questo mostra quanto deve costare un valore di 300.000 dollari.

Cosa deve succedere perché il Bitcoin valga 300.000 dollari?


L'indice S&P 500, che ha appena registrato la peggiore performance del primo semestre dal 1970, ha fatto precipitare il mercato delle criptovalute. Dopo essersi avvicinato a un valore totale di quasi 3.000 miliardi di dollari lo scorso novembre, l'intero mercato vale attualmente solo 888 miliardi di dollari. Sullo sfondo del mercato orso, gli investitori temono che una recessione sia all'orizzonte, costringendoli a vendere gli asset rischiosi.

Anche la criptovaluta più preziosa al mondo, il bitcoin $BTCUSD+0.1%, ha attraversato l'inferno. Ma gli analisti ritengono che ci siano buone probabilità che alla fine rimbalzi dal fondo. Dicono che c'è un percorso chiaro per raggiungere un giorno i 300.000 dollari. E questo equivale a un ritorno di ben 15 volte.

Un prezzo di circa 19.000 dollari non è certo qualcosa che vorremmo vedere dopo lo scorso autunno.

La nascita del Bitcoin, lanciato nel gennaio 2009, è stata davvero rivoluzionaria. La moneta senza confini, basata sull'accesso peer-to-peer a Internet, stravolge completamente il sistema monetario e finanziario tradizionale, controllato dai governi. Sebbene l'idea fosse valida e sensata, l'effettiva adozione del Bitcoin nel commercio è stata poco soddisfacente.

Secondo Cryptwerk, oggi il Bitcoin è accettato direttamente come mezzo di pagamento da 7.879 commercianti. Sebbene esistano diversi servizi finanziari che consentono agli utenti di pagare con il Bitcoin, come la carta di debito Visa di Coinbase $COIN-1.7% e la funzione Checkout with Crypto di PayPal $PYPL-0.5%, i consumatori non sono incentivati a farlo.

Perché usare il Bitcoin, un bene che si rivaluta e che genera un debito fiscale quando viene venduto, per pagare? Molto meglio acquistare e detenere questo asset digitale. La spesa fiat, o moneta emessa dal governo, invece, è quella che ha funzionato perché viene costantemente gonfiata da massicce misure di stimolo. Forse questa situazione cambierà in futuro, ma al momento non sembra che il Bitcoin possa diventare un efficace mezzo di scambio.

Molti sostenitori del bitcoin vorrebbero che questa criptovaluta di fascia alta diventasse un vero e proprio mezzo di scambio, ma nei suoi 13 anni di storia questo caso d'uso non ha preso piede. Invece, il caso d'uso più promettente per il Bitcoin è che continuerà a diventare più popolare come riserva di valore legittima, o oro digitale.

Nonostante la recente flessione del mercato, gli investitori individuali e istituzionali stanno sempre più allocando piccole porzioni dei loro portafogli al Bitcoin. Che lo vedano come una copertura contro l'inflazione o semplicemente come un modo per diversificare le partecipazioni, sembra che sempre più persone possiederanno il Bitcoin man mano che le loro conoscenze e la loro comprensione aumenteranno nel tempo.

Rispetto all'oro, il Bitcoin presenta diversi vantaggi fondamentali. Il Bitcoin è assolutamente finito, in quanto verranno creati solo 21 milioni di monete. L'offerta di oro, invece, può aumentare se il prezzo del metallo prezioso sale abbastanza da giustificare la ricerca e l'apertura di nuove miniere. Come già detto, il Bitcoin può essere utilizzato nelle transazioni, una caratteristica che l'oro non possiede. Il Bitcoin è anche divisibile e molto più facile da conservare... sorpresa sorpresa 😂

La capitalizzazione di mercato del Bitcoin, pari a 380 miliardi di dollari, rappresenta oggi circa il 3% dei 12.500 miliardi di dollari in oro del mondo. Anche se un giorno il Bitcoin rappresentasse il 50% del mercato dell'oro, il che non è un'ipotesi azzardata, la sua capitalizzazione di mercato sarebbe di 6,3 trilioni di dollari. A quel punto il prezzo di un singolo Bitcoin supererà facilmente i 300.000 dollari. Probabilmente nessuno sa in quale arco di tempo ciò avverrà, ma sembra essere il percorso più probabile per una crescita significativa del prezzo del Bitcoin.

Disclaimer: questa non è assolutamente una raccomandazione di investimento. Si tratta di una sintesi e di un'analisi puramente mia, basata su dati internet e su alcune altre analisi. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet