S&P 500 ^GSPC 5,306.54 +0.03%
Nvidia NVDA $1,147.46 +7.77%
Tesla TSLA $176.49 -1.53%
Alphabet GOOG $177.54 +0.69%
Apple AAPL $190.79 +0.43%
Amazon AMZN $181.47 +0.40%
Microsoft MSFT $429.12 -0.24%
Meta META $477.85 -0.08%

Un'azienda sanitaria che può fare più del 100% grazie al virus Monkeypox globale

Sono sicuro che quasi tutti hanno sentito parlare della pandemia di vaiolo delle scimmie scoppiata dopo la "recente" pandemia di coronavirus. Ognuno può vedere la cosa da una prospettiva diversa, ma noi, come investitori, potremmo vedere un'opportunità. Questa opportunità è rappresentata dalle azioni delle aziende che si stanno concentrando sullo sviluppo di un vaccino contro il vaiolo delle scimmie. Ed è proprio su alcune di queste aziende che mi soffermerò in questo articolo.

Vaiolo delle scimmie

Questa opportunità si è già presentata in passato e di recente. Tutti ricorderanno quando scoppiò Covid e tutto iniziò ad essere limitato... Ebbene, è stato qui che coloro che erano a conoscenza della situazione e ci hanno pensato hanno iniziato a indagare sulle aziende coinvolte nella produzione del vaccino. Probabilmente le più famose nel nostro paese erano e sono Pfeizer $PFE-2.4% e Moderna $MRNA-9.5%.

Per interesse, aggiungerò qui i grafici dell'andamento del prezzo delle azioni di queste aziende dopo il rilascio del vaccino (negli ultimi 2 o 3 anni).

Pfeizer - ha aggiunto oltre il 50% negli ultimi 5 anni
MRNA - ha guadagnato oltre l'800% negli ultimi 5 anni (soprattutto durante il picco di Covid).

Il vaiolo delle scimmie è una minaccia analoga e vale la pena di preoccuparsi?

  • L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha emesso il più alto livello di allerta per il vaiolo delle scimmie
  • La Casa Bianca ha dichiarato il vaiolo delle scimmie un'emergenza di salute pubblica. Nelle scorse settimane, California, New York e Illinois e molti altri Stati hanno già fatto la stessa dichiarazione.
  • Con l'emanazione di queste disposizioni da parte dell'amministrazione di Joe Biden, i funzionari della sanità pubblica hanno una maggiore capacità di azione.
  • Secondo il Washington Post, si sta valutando una proclamazione che consentirebbe di "accelerare le contromisure mediche, come potenziali trattamenti e vaccini, senza passare attraverso una completa revisione federale".
  • Tutto ciò comporta logicamente un afflusso di domanda per le aziende produttrici di vaccini.

Bavarian Nordic (BVNRY)

Questo produttore di farmaci danese è salito alla ribalta e ha aumentato il suo valore dopo che gli Stati Uniti e altri Paesi hanno iniziato a piazzare grandi ordini di vaccini.

  • Bavarian Nordic produce il vaccino JYNNEOS, uno degli unici due vaccini contro il vaiolo delle scimmie autorizzati negli Stati Uniti.
  • A meno che altri vaccini non ottengano presto questo tipo di approvazione federale, Bavarian Nordic vedrà una domanda significativa da uno dei più grandi mercati del mondo. Tuttavia, sta già beneficiando della domanda e sta iniziando a stipulare contratti interessanti.
  • All'inizio di giugno, l'azienda si è aggiudicata un lucroso contratto di vaccino con il Canada. Recentemente ha firmato un contratto per la fornitura di 350.000 dosi di vaccino JYNNEOS al Paese APAC.

https://twitter.com/BavarianNordic/status/1554802239759319042

L'azienda si è già guadagnata la posizione di leader del mercato, con una crescita di oltre il 90% negli ultimi sei mesi, e ha ancora molto spazio per crescere. Il fatto che produca uno dei pochi farmaci con l'approvazione delle autorità statunitensi la rende un titolo da comprare durante il boom del vaccino contro il vaiolo delle scimmie. L'ostacolo più grande per Bavarian Nordic potrebbe essere quello di soddisfare la domanda.

https://www.youtube.com/watch?v=A_qUfdhBTrE

GeoVax $GOVX-6.3%

Questa azienda biotecnologica statunitense è passata sotto il mirino degli investitori dopo che il suo CEO ha fatto notare che i vaccini di GeoVax sono stati convalidati e registrati per prevenire l'infezione da virus del vaiolo delle scimmie.

  • Le azioni dell'azienda sono salite a giugno di quest'anno a causa delle crescenti preoccupazioni per il vaiolo delle scimmie.
  • Tuttavia, di recente ha registrato un calo a seguito della relazione sugli utili del secondo trimestre, che non ha rispettato le aspettative.
  • Nonostante il calo, tuttavia, il titolo ha guadagnato oltre il 340% nel mese.
  • Se la domanda di vaccini rimane alta, per i vaccini GeoVax c'è una grande opportunità di crescita in un mercato enorme.

https://twitter.com/Geovax_News/status/1547240302456573959

Data la velocità con cui i casi si stanno diffondendo, è improbabile che la domanda di vaccini contro il vaiolo delle scimmie si riduca a zero.

Anche se Bavarian Nordic è leader in questo mercato, GeoVax ha l'incredibile vantaggio di avere sede negli Stati Uniti e beneficerà delle politiche volte ad aiutare i produttori di vaccini nazionali ad espandere la produzione.

  1. Poiché l'amministrazione Biden considera il vaiolo delle scimmie una minaccia straordinaria, ha un incentivo significativo ad aiutare le aziende (statunitensi) a produrre più vaccini.
  2. Con le elezioni di metà mandato alle porte, un'altra crisi sanitaria è l'ultima cosa di cui i Democratici hanno bisogno.

Riflessioni finali

Allo stesso tempo, sarei interessato a conoscere la vostra opinione su questo argomento e su queste aziende. Onestamente penso che sia un'opportunità e da quello che sappiamo penso che Monkey Pox sia l'ultima cosa che non solo gli Stati Uniti ma anche altri paesi vogliono ora, perché dopo quello che è successo quando c'era Covid e ora che la situazione mondiale è molto tesa (non intendo solo quella politica ma soprattutto quella economica -> anche se tutto è collegato ora) semplicemente non possono permettersi una cosa del genere. Ecco perché penso che i Paesi spingeranno i finanziamenti verso queste aziende e cercheranno di fare tutto il possibile per fermarle.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet