S&P 500 ^GSPC 5,304.72 +0.70%
Tesla TSLA $179.24 +3.17%
Meta META $478.22 +2.67%
Nvidia NVDA $1,064.69 +2.57%
Apple AAPL $189.98 +1.66%
Microsoft MSFT $430.16 +0.74%
Alphabet GOOG $176.33 +0.73%
Amazon AMZN $180.75 -0.17%

Cosa cercare quando si sceglie un broker?

Filipo Maritinelli
29. 8. 2022
5 min read

La scelta di un broker è uno dei pilastri fondamentali prima di entrare nel mondo degli investimenti. Oggi vedremo come scegliere un broker e cosa cercare quando lo si sceglie. Capita che alcune persone scelgano il proprio broker e poi rimangano spiacevolmente sorprese perché non si sono informate su alcune informazioni di base, il che alla fine porta gli investitori a passare ad altri broker. Ma perché non farlo in modo corretto?

Che cos'è un broker?

La definizione di base di broker:

Un broker, o intermediario, è una persona o una società che organizza per i singoli investitori la negoziazione sui mercati finanziari. Per farlo, applica delle commissioni. L'attività di broker è soggetta a licenza; nella Repubblica Ceca è la Banca Nazionale Ceca a rilasciare le licenze. Se un individuo (investitore) vuole operare sui mercati finanziari, ha bisogno di un broker per farlo.

Cosa devo cercare quando scelgo un broker?

1. Sicurezza - Il mio denaro è al sicuro con il broker?

  • Verificate se le vostre azioni sono detenute in conti segregati. Ciò significa, in parole povere, che se il vostro broker dovesse fallire o avere problemi, le vostre azioni vi saranno restituite (non le perderete) perché sono detenute da terzi.
  • Un altro fattore di sicurezza è l'assicurazione sul deposito offerta dal broker. In altre parole: protezione per il vostro denaro. Ogni broker ha questa caratteristica individuale e vi offre una certa quantità di assicurazione, il che significa che se fallite di nuovo, non perderete tutto. Gli importi possono variare individualmente. Logicamente, cercheremo la somma assicurata più alta possibile.
  • L'assicurazione copre la perdita del patrimonio del cliente in caso di fallimento finanziario del trader.

2. Stabilità finanziaria del broker

L'attività del broker è un altro fattore di rischio nell'investimento. In parole mie, lo spiegherei come segue: se si analizza un'azione, si passano ore e ore a fare rapporti e ad analizzare quella società. Ma fate lo stesso quando scegliete un broker? Credo che molti neofiti non lo sappiano. Basta guardare i fan di Trading212 che passano senza pensarci a un broker solo per un'azione gratuita (non sto sminuendo la qualità del broker TT212).

Vale la pena di analizzare il broker in modo simile? Penso che lo sia sicuramente. È saggio affidare i propri investimenti a broker affidabili, collaudati e finanziariamente stabili. Ognuno di noi può semplicemente esaminare la storia, il mandato, le recensioni e i bilanci di alcuni broker che stanno resistendo bene sul mercato azionario. Qual è il risultato finale? Che il broker abbia successo dal punto di vista finanziario, il che favorirà ancora una volta una certa sicurezza e la mia tranquillità (basso debito, bilancio solido e liquidità).

3. Tasse

Un'altra parte molto individuale di ogni broker è rappresentata dalle commissioni o dai depositi iniziali. Molti untori esperti vi diranno che le commissioni sono spendibili e che, in parole povere, probabilmente non vi metteranno in ginocchio + volete che il vostro broker prosperi per eliminare ancora una volta il rischio di un potenziale fallimento.

  • Come ho già scritto in precedenza, si tratta di una cosa molto individuale. Se uno richiede commissioni per il deposito, il prelievo, l'apertura e la chiusura di un'operazione, l'altro broker può offrire condizioni molto più interessanti o zero commissioni. Tuttavia, mi occupo personalmente di questi dettagli e di confrontare i termini.
  • Un altro punto è il deposito minimo. Prendo in prestito l'esempio di un particolare broker, LYNX. Il broker è interessante per molti individui, ma l'importo del deposito iniziale è di 75.000,- CZK, il che può scoraggiare molti piccoli investitori fin dall'inizio. Tuttavia, questa non è una regola: alcuni broker richiedono un deposito di poche decine o centinaia di corone. Si prega di notare che si tratta di un deposito che si può utilizzare normalmente (non è una tassa).

4. In cosa posso investire

Ogni broker offre diverse classi di attività e dispone di diverse opzioni. Ad esempio, alcuni cercano azioni statunitensi, europee o ceche, ma dopo qualche istante con il loro nuovo broker, sono sorpresi di scoprire che in realtà non le offre (o ne offre solo una parte). Lo stesso vale per altri strumenti di investimento. Osservate sempre l'offerta del broker (la varietà e il numero di azioni, ETF, materie prime, ecc.).

5. Tassazione dei dividendi

Che cos'è il modulo W-8BEN?

Si tratta di una dichiarazione di un investitore che non è né cittadino né residente negli Stati Uniti e che attesta che il suo domicilio fiscale è in un Paese diverso dagli Stati Uniti, come ad esempio la Repubblica Ceca.

Firmando questo modulo, i redditi da dividendi statunitensi sono quindi soggetti alla ritenuta alla fonte "ceca" del 15% invece che a quella del 30%. Si noti che non tutti i broker faranno firmare questo modulo all'investitore!

  • Se il vostro broker si offre di compilare questo modulo, eviterete la doppia tassazione dei dividendi (non sarete soggetti a un'imposta del 30%, ma solo del 15%).
  • Dipende anche da dove proviene il vostro dividendo 👇

Ad esempio, per i dividendi di una società per azioni con sede in Repubblica Ceca, la ritenuta alla fonte del 15% viene versata direttamente dalla società che paga il dividendo agli investitori. L'investitore riceverà quindi un dividendo in acconto già decurtato di questa imposta.

  • Ma farei attenzione ai titoli cechi, dove con il broker Degiro si tassano i nostri titoli nazionali al 35% (do questo punto perché risulta che alcuni ancora non lo sanno).

Conclusione

Naturalmente ci sono altri spunti e informazioni, ma non vorrei annoiarvi con un testo lungo e innumerevoli punti. Altre cose che considero già di livello superiore ma che molti potrebbero cercare sono: la conversione della valuta, il conto di prova (dove faccio trading reale con denaro non reale), la chiarezza e la semplicità della piattaforma, i vari materiali e programmi di formazione, la possibilità di una buona comunicazione e di un feedback (supporto), gli strumenti nel senso di torta e grafici e per esempio l'offerta di azioni frazionate dove è possibile acquistare solo una parte di un'azione. Spero di non aver dimenticato nulla, credo che questo riassunto sia sufficiente per fare la scelta giusta del broker.

  • Su cosa si concentra la scelta di un broker?
  • C'è qualcosa che un broker deve soddisfare e che lei cerca?
  • Quale broker utilizzate?

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.