S&P 500 ^GSPC 5,304.72 +0.70%
Tesla TSLA $179.24 +3.17%
Meta META $478.22 +2.67%
Nvidia NVDA $1,064.69 +2.57%
Apple AAPL $189.98 +1.66%
Microsoft MSFT $430.16 +0.74%
Alphabet GOOG $176.33 +0.73%
Amazon AMZN $180.75 -0.17%

Dan Loeb ha investito 1 miliardo di dollari in Disney. Ma chiede cambiamenti radicali nelle operazioni dell'azienda.

Filipo Maritinelli
30. 8. 2022
6 min read

Third Point Management è un hedge fund fondato da Daniel Loeb, che ha recentemente annunciato il suo investimento di 1+1.1% miliardo di dollari+1.1% in Disney $DIS+1.1%. Naturalmente il titolo ha reagito con un rialzo fin dal primo momento, ma quello che è successo dopo potrebbe sorprendervi. Dopo aver rivelato l'ingente investimento, Loeb ha scritto una lettera all'amministratore delegato della Disney, in cui ha esposto alcune richieste di modifica delle operazioni dell'azienda.

Daniel Loeb è un investitore americano miliardario e gestore di hedge fund presso Third Point.

Il fondo speculativo Third Point ha reso nota una partecipazione di circa 1 miliardo di dollari in Walt Disney $DIS+1.1% e ha dichiarato che intende spingere la società di media ad apportare una serie di cambiamenti. Oggi daremo un'occhiata alle sue richieste, dato che Loeb non ha esitato troppo a condividere i suoi pensieri in una lettera.

Primo punto: spin off ESPN

ESPN è un'emittente televisiva via cavo e via satellite che si occupa di sport a livello mondiale.

In una lettera indirizzata all'amministratore delegato della Disney Bob Chapek, Loeb ha affermato che esiste una forte motivazione per scorporare l'attività di ESPN, sottolineando che il segmento genera un significativo flusso di cassa gratuito per la Disney.

"ESPN avrebbe maggiore flessibilità per perseguire iniziative commerciali che potrebbero essere più difficili come parte di Disney, come le scommesse sportive", ha dichiarato Loeb. "Riteniamo che la maggior parte degli accordi tra le due aziende possa essere replicata contrattualmente, come eBay ha fatto con PayPal continuando a utilizzare il prodotto per elaborare i pagamenti".

Disney guadagna più soldi dagli abbonati alla TV via cavo di qualsiasi altra azienda solo grazie a ESPN. ESPN+, un servizio di streaming a contenuto limitato, è diventato un prodotto più forte nell'ultimo anno, in quanto Disney ha trasferito sul servizio un numero maggiore di partite e trasmissioni dal vivo esclusive. Il mese scorso, inoltre, l'azienda ha dichiarato che a partire dal 23 agosto avrebbe aumentato il prezzo di ESPN+ a 9,99 dollari al mese da 6,99 dollari al mese, il suo più grande aumento di prezzo fino ad oggi.

Punto due: spostare Hulu su Disney+

Hulu è un fornitore americano di film e programmi televisivi online (la maggior parte del servizio è controllata da Disney).

Loeb ha inoltre raccomandato alla società di tagliare i costi, di continuare la sospensione dei dividendi in contanti istituita in occasione della chiusura dei parchi a tema a causa della pandemia e di acquistare una quota di minoranza di Comcast $CMCSA-0.4% per trasferire Hulu e integrarlo nel servizio di streaming Disney+.

  • Comcast è una delle maggiori società di media al mondo per fatturato.
  • Loeb sta esortando la società di intrattenimento a integrare Hulu direttamente nella piattaforma Disney+, direttamente al consumatore.

Cosa c'entra Comcast in tutto questo?

Comcast ha un accordo per vendere la sua quota del 33% di Hulu a Disney entro due anni. Loeb ha dichiarato che Disney dovrebbe "fare tutto il possibile" per acquisire la restante quota di minoranza di Comcast prima della scadenza del 2024.

"Crediamo che sarebbe persino prudente per Disney pagare un premio modesto per accelerare l'integrazione", ha dichiarato Loeb nella lettera. "Sappiamo che questa è una priorità per voi e speriamo che si possa raggiungere un accordo prima che Comcast sia obbligata contrattualmente a farlo tra circa 18 mesi".

La Disney ha risposto a Loeb in un comunicato, affermando che la società ha registrato una crescita continua in tutte le sue attività.

"Accogliamo con favore le opinioni di tutti i nostri investitori", ha dichiarato Disney. "Come dimostrano i risultati del terzo trimestre, The Walt Disney Company continua a fornire solidi risultati finanziari basati su uno storytelling di livello mondiale e sul nostro ecosistema di creazione e distribuzione di contenuti unico e di grande valore."

Punto tre: Modifiche al Consiglio di amministrazione

Sebbene la Disney stia ancora perdendo nel corso dell'anno, devo ammettere che una parte sostanziale di questi cali è già stata cancellata quest'anno (in particolare durante l'estate).

Inoltre, Loeb ha scritto in una lettera ora pubblica all'amministratore delegato della Disney Bob Chapek che il consiglio di amministrazione soffre di "lacune nel talento e nell'esperienza come gruppo che devono essere affrontate".

In particolare, Loeb teme che i direttori della Disney non abbiano esperienza nella pubblicità digitale, nella monetizzazione dei dati dei consumatori e in altre aree che potrebbero aiutare la Disney a incrementare i profitti man mano che l'azienda si concentra maggiormente sulla tecnologia.

Nella sua risposta alla lettera, Disney ha contestato la caratterizzazione del consiglio di amministrazione fatta da Loeb:

"Il nostro consiglio di amministrazione, indipendente ed esperto, ha una notevole esperienza nei settori del marchio, dei beni di consumo e della tecnologia, oltre che nelle attività basate sui talenti", ha dichiarato Disney dopo la pubblicazione della lettera. Il Consiglio di amministrazione cambia spesso, con un mandato medio di quattro anni.

  • Infine, Loeb ha aggiunto che vorrebbe anche vedere riacquisti di azioni proprie più ampi e frequenti.

Per un'analisi di questa notizia, vedere anche questo video:

(240) Third Point di Dan Loeb acquisisce una nuova quota attivista in Disney - YouTube

Conclusione

In quanto azionista di Disney $DIS+1.1%, non sarei certo arrabbiato per certi cambiamenti. Personalmente, però, non cambierei il consiglio di amministrazione e la dirigenza a questo punto, ed è qui che non sono d'accordo, poiché vedo buone mosse da parte di Disney. Loeb critica alcuni passaggi e alcune carenze nella monetizzazione dello streaming, ma bisogna tenere conto che le entrate dominanti non sono tanto lo streaming quanto i parchi a tema, su cui il management ha ricominciato a puntare molto dopo l'insabbiamento. Allo stesso tempo, l'azienda è impegnata in un'espansione aggressiva e in un miglioramento dei pacchetti di abbonamento, che accolgo con favore. Per quanto riguarda la riduzione o l'eliminazione totale del dividendo, non mi oppongo affatto a questo punto (era comunque quasi un non-inizio, se devo dire la verità). La fusione Hulu-Disney+ potrebbe portare a un'espansione e a un rafforzamento dei contenuti, ma in questo caso non so se Disney sarà disposta ad affrettare i tempi quando ha già dei termini prestabiliti con Comcast per il 2024. Inoltre, un'accelerazione dell'acquisto porterebbe a un possibile premio per la partecipazione (cioè, un acquisto con un certo sovrapprezzo).

  • Cosa ne pensate delle richieste di Loeb?
  • State investendo in $DIS+1.1%?
  • Le richieste di Loeb hanno senso per voi?

Si noti che questa non è una consulenza finanziaria. Ogni investimento deve essere sottoposto a un'analisi approfondita.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.