S&P 500 ^GSPC 5,304.72 +0.70%
Tesla TSLA $179.24 +3.17%
Meta META $478.22 +2.67%
Nvidia NVDA $1,064.69 +2.57%
Apple AAPL $189.98 +1.66%
Microsoft MSFT $430.16 +0.74%
Alphabet GOOG $176.33 +0.73%
Amazon AMZN $180.75 -0.17%

Nozioni di base sugli investimenti: cos'è un ETF?

Filipo Maritinelli
31. 8. 2022
6 min read

Nelle sezioni precedenti abbiamo parlato di cosa sia un'azione, di dividendi, di titoli growth e value. Ma per molte persone l'acquisto di singoli titoli può essere ancora inutilmente complicato (e come dimostrano i numeri, lo è davvero). Pertanto, grazie alle numerose apparizioni pubbliche degli investitori e al marketing dei grandi marchi, molti principianti hanno probabilmente sentito parlare dei cosiddetti ETF. Uno dei modi più passivi, comuni e semplici di investire. Ma è tutto così roseo come viene presentato?

Gli investimenti possono portare denaro in molti modi. Ma alcuni sono meno dispendiosi in termini di tempo.

Che cos'è un ETF?

Come sempre, inizierò con il nome inglese per aiutarvi a navigare tra le fonti di informazione straniere. Un ETF è un fondo negoziato in borsa. In ceco, si tratta di un Exchange Traded Fund.

Un Exchange Traded Fund (ETF) è in realtà qualcosa di simile a un'azione, ma incorpora un numero maggiore di "pezzi" di altre azioni. Una sorta di fondo comune di investimento, ma scambiato pubblicamente in borsa. Gli ETF di solito tracciano un indice (tipicamente come l'S&P 500, quindi le 500 maggiori società quotate in borsa negli Stati Uniti, le 1000 maggiori società del mondo, ecc.)
, unsettore (ad esempio chip, energia, agricoltura, ecc.), una commodity (metalli, colture...). Come ho già detto, gli ETF possono essere negoziati in borsa.

https://www.youtube.com/watch?v=OwpFBi-jZVg

  • Un ETF può essere descritto come un paniere di titoli che viene negoziato in borsa proprio come una singola azione.
  • Il prezzo di un ETF varia nel corso della giornata di negoziazione, in quanto i titoli vengono acquistati e venduti sul mercato. A differenza dei fondi comuni di investimento, che non sono negoziati in borsa e che vengono scambiati solo una volta al giorno dopo la chiusura dei mercati. Inoltre, gli ETF tendono a essere più convenienti e liquidi rispetto ai fondi comuni.
  • UnETF può possedere centinaia o migliaia di titoli di diversi settori, oppure può essere isolato a un particolare settore o industria.

Tipi fondamentali di ETF

Come ho già detto, gli ETF si dividono principalmente in base al loro obiettivo e alla loro portata. Tuttavia, se avete già scelto il vostro primo ETF in base all'area o al tipo di investimento che preferite, c'è ancora un punto cruciale da affrontare: Accumulo o distribuzione?

ETF ad accumulazione: un ETF in cui tutti i dividendi pagati dalle attività sottostanti all'ETF vengono reinvestiti dal gestore del fondo senza costi aggiuntivi. Di conseguenza, il valore dell'ETF aumenta. In questo modo, tutto ciò che gli attivi contenuti nell'ETF vi pagano viene immediatamente reinvestito automaticamente nell'ETF. Più o meno, funziona come una palla di neve. Può anche essere paragonato al metodo DRIP, che ho descritto nella sezione Fondamenti dell'investimento, e al dividendo.

ETF a distribuzione: a differenza degli ETF ad accumulazione, gli ETF a distribuzione pagano dividendi agli investitori. Ciò significa che tutto va direttamente a voi, e sta a voi decidere se investire nuovamente il denaro nell'ETF o se portarlo a cena fuori con la vostra dolce metà.

https://www.youtube.com/watch?v=GsC8MPEk860

Qual è il migliore?

Come sempre, la risposta è che ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro. Un ETF a distribuzione versa i dividendi o gli interessi, mentre un ETF ad accumulazione reinveste i rendimenti nel fondo, in modo che l'investitore benefici automaticamente dell'interesse composto.

A prima vista, quindi, un ETF ad accumulazione sembra crescere più rapidamente di un ETF a distribuzione, che non reinveste i proventi. Ma le apparenze possono ingannare.

Il metodo più comune per garantire un confronto equo tra ETF a distribuzione e ETF ad accumulazione consiste nell'assumere che tutte le distribuzioni vengano reinvestite nell'ETF. In questo modo è possibile confrontare la crescita dei due tipi di ETF su una base di rendimento totale. Tuttavia, ci sarà una deviazione sotto forma di un successivo reinvestimento del dividendo nell'ETF distributore. Può sembrare una cosa di poco conto, ma fa la sua parte.

Quindi, alla fine (in termini di crescita), l'ETF ad accumulazione vince di poco. Ma non in modo così evidente come potrebbe sembrare a prima vista.

Comprensibilmente, però, si tratta di una tassa sulla mancanza di flusso di cassa e di una sorta di reddito "passivo" negli ETF ad accumulazione.

Qual è il principale vantaggio degli ETF per i principianti?

E ora la parte più importante: gli ETF sono adatti ai principianti? La risposta è: probabilmente sì. I dati dimostrano infatti che si tratta di una delle opzioni di investimento più "sicure" e meno impegnative. Quindi, anche se dico sempre che la sicurezza negli investimenti non esiste. In effetti, gli ETF (tipicamente il già citato ETF che replica l'indice SAP500) rispecchiano più o meno, ad esempio, l'economia di un intero paese o mercato. La crescita media del mercato è quindi il tipo di soglia a cui gli investitori guardano molto. In effetti, battere la performance media del mercato è molto più difficile di quanto sembri.

Spesso nemmeno i fondi a gestione attiva ci riescono. Ma alcuni ETF e strumenti ampiamente diversificati di solito tengono il passo del mercato (se non altro perché lo copiano spesso, giusto). Tuttavia, se credete di poter battere il mercato, ad esempio, la scelta di singoli titoli probabilmente non vi farà scappare.

Ma gli ETF non sono solo la scelta degli investitori passivi e dei principianti. Anche i lupi esperti di Wall Strett li scelgono spesso per i loro portafogli, perché offrono un'enorme diversificazione e un'esposizione a un settore o a un'area in un unico pacchetto compatto. Immaginate la follia di acquistare, ad esempio, 500 aziende dall'indice SAP....

Possono anche costituire una sorta di "base sicura" per un portafoglio, a cui gli investitori più esperti aggiungono poi posizioni più piccole in singoli titoli. Ma sempre con l'idea che la base solida rimanga e sia perfettamente diversificata.

La scelta, come sempre, spetta a ciascuno di noi.

E voi, scegliete gli ETF, le azioni o una combinazione di entrambi?

Se vi piacciono i miei articoli e i miei post, sentitevi liberi di seguirmi. Grazie! 🔥

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. Si tratta di una sintesi e di un'analisi puramente mia, basata su dati provenienti da Internet e su alcune altre analisi. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.