S&P 500 ^GSPC 5,304.72 +0.70%
Tesla TSLA $179.24 +3.17%
Meta META $478.22 +2.67%
Nvidia NVDA $1,064.69 +2.57%
Apple AAPL $189.98 +1.66%
Microsoft MSFT $430.16 +0.74%
Alphabet GOOG $176.33 +0.73%
Amazon AMZN $180.75 -0.17%

Si dice che queste 218 aziende non abbiano alcuna possibilità di sopravvivenza. Burry svela l'elenco delle aziende…

Filipo Maritinelli
8. 10. 2022
4 min read

Michael Burry è stato uno dei pochi a prevedere il crollo del 2008 e a guadagnarci una quantità inimmaginabile di denaro. Ed è convinto che ne stia arrivando un altro. Ha persino pubblicato sul suo account Twitter un elenco di aziende che secondo lui non dovrebbero superare questa situazione.

Michael Burry si aspetta un nuovo incidente

Michael Burry prevede con una certa regolarità gli scenari di catastrofe. Ultimamente, tuttavia, è stato un po' più deciso nelle sue dichiarazioni. Afferma che si sta verificando una seconda bolla dot-com e che un gran numero di investitori si dissanguerà.

Come di consueto per un investitore noto per il film"The Big Short", si esprime soprattutto attraverso Twitter. In un tweet di venerdì, ha descritto 218 titoli statunitensi con capitalizzazioni di mercato superiori a 1 miliardo di dollari e perdite annuali superiori a 100 milioni di dollari. Ha aggiunto che 29 di esse vantano una capitalizzazione di mercato superiore a 10 miliardi di dollari e un valore complessivo di 655 miliardi di dollari.

https://twitter.com/BurryArchive/status/1575950444098072578

Il messaggio più forte del suo tweet potrebbe essere interpretato come segue:

"Lo ripeto. Tutte le sciocchezze devono sparire".

Si riferiva al suo tweet di agosto in cui lamentava il ritorno della cosiddetta stupidità covida sui mercati. Con ciò si riferiva al comportamento insensato degli investitori durante la pandemia. Forse intendeva dire che queste aziende, secondo i numeri, non dovrebbero esistere affatto e saranno spazzate via dal prossimo crollo?

L'elenco completo dei pronostici di Michael Burry. Ha finalmente vissuto per vedere il suo supercrash?

Il responsabile di Scion Asset Management ha sottolineato in un altro tweet di sabato che il 13,48% dei titoli statunitensi ha chiuso venerdì al di sopra della propria media mobile a 200 giorni. Questa quota era dell'1,2% quando il mercato ha toccato il fondo nel 2009, e del 2,8% nel 2020.

https://twitter.com/BurryArchive/status/1576233810856857601

"Attualmente è ai livelli del dicembre 2007", ha aggiunto, indicando che si aspetta che le azioni scendano significativamente prima di toccare il fondo. Burry ha già suggerito che l'indice S&P 500, che ha già perso circa il 25% quest'anno, potrebbe scendere di un altro 48% fino a circa 1.900 punti.

Un calo di un altro 48%?!

In un tweet di domenica, Burry ha affermato che l'attuale situazione di mercato gli ricorda la seconda metà del decennio successivo al 2000. Afferma che alcuni titoli impopolari sono scambiati a prezzi stracciati.

"Un'altra sensazione che ho è quella della metà-fine degli anni 2000", ha detto. "Il free cash flow è stato completamente svenduto e ignorato, mentre gli ex titoli momentum stanno scendendo, ma non abbastanza in profondità.

https://twitter.com/BurryArchive/status/1576392861011959811

Burry non ha risparmiato i tweet ultimamente. Ha accusato i fondi indicizzati e i fondi negoziati in borsa di far lievitare i prezzi degli asset in modo insensato. Ha anche paragonato il mercato a un teatro affollato e ha avvertito che molti investitori saranno schiacciati mentre tutti si precipitano verso l'uscita.

https://www.youtube.com/watch?v=wYt9CGWfXYo

"La differenza tra oggi e il 2000 è la bolla degli investimenti passivi che si è costantemente gonfiata nell'ultimo decennio".

"Tutti i teatri sono affollati e l'unico modo per uscire è calpestarsi a vicenda. Eppure le porte sono limitate solo nelle dimensioni".

Anche in questo caso, Burry non trabocca di positività. Ha ragione o sta solo allarmando di nuovo?

Se vi piacciono i miei articoli e i miei post, sentitevi liberi di seguirmi. Grazie! 🔥

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. Si tratta di una sintesi e di un'analisi puramente mia, basata su dati provenienti da Internet e su alcune altre analisi. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.