Questi 2 stock miliardari continuano a comprare

Alcuni dei più ricchi commercianti di azioni di Wall Street hanno comprato sostanzialmente più di questi titoli del previsto durante il quarto trimestre. I miliardari sono in chiaro e stanno comprando, e noi abbiamo il vantaggio che devono fare un rapporto trimestrale per la trasparenza e possiamo vedere cosa stanno comprando le persone con informazioni.

Fonte: BBC.com

È di nuovo tempo per i gestori patrimoniali di presentare il modulo 13F alla Securities and Exchange Commission. Trimestralmente, gli investitori istituzionali con più di 100 milioni di dollari di attività in gestione sono tenuti a rivelare le loro partecipazioni azionarie negli Stati Uniti, e i 13F sono il luogo in cui vengono fatte queste rivelazioni. Nell'ultimo giro di archivi, il miliardario Ken Fisher di Fisher Asset Management ha aggiunto 271.000 azioni di Nvidia $NVDAal+0.0%suo hedge fund, portando la posizione totale a 5,1 milioni di azioni. Allo stesso modo, il miliardario James Simons di Renaissance Technologies ha aggiunto 1,3 milioni di azioni di Texas Instruments $TXN+1.6% al suo portafoglio di hedge fund, più che quadruplicando la sua posizione nel quarto trimestre. Chiaramente, questi miliardari hanno visto qualcosa che gli piaceva in questi due titoli. Prima di aggiungere questi stock di semiconduttori al proprio portafoglio, diamo un'occhiata più da vicino.

1. Nvidia$NVDA

Più di due decenni fa, l'invenzione di Nvidia dell'unità di elaborazione grafica (GPU) ha rivoluzionato l'industria dell'intrattenimento, portando immagini ultra-realistiche generate dal computer a film e videogiochi. Con le sue capacità di elaborazione in parallelo, la GPU si è fatta strada anche nei data center, dove accelera i carichi di lavoro ad alta intensità di dati come il calcolo scientifico e l'elaborazione dell'intelligenza artificiale (AI). Nvidia ha anche aggiunto soluzioni di rete ad alte prestazioni al suo portafoglio, rafforzando ulteriormente il suo business dei data center.

Oltre all'hardware, Nvidia offre anche una serie di software e framework applicativi. Il primo include soluzioni per la formazione e la derivazione di modelli AI, mentre il secondo aiuta gli sviluppatori a creare applicazioni AI in settori come la genomica, la cybersicurezza, la robotica e i veicoli autonomi. Questo approccio globale ha reso il marchio Nvidia sinonimo di AI. E in otto occasioni consecutive, l'azienda ha ottenuto i migliori punteggi nei benchmark MLPerf, una serie di test progettati per testare le prestazioni delle tecnologie di formazione e inferenza AI.

Spinta dalla forza nei giochi e nei data center, Nvidia ha continuato a fornire risultati finanziari impressionanti durante l'anno scorso. Le entrate sono cresciute del 61% a 26,9 miliardi di dollari, il margine operativo è aumentato di oltre 1.000 punti base al 37,3%, e il free cash flow è salito del 73% a 8,1 miliardi di dollari. In futuro, Nvidia è ben posizionata per mantenere questo slancio.

Il management mette l'opportunità di mercato di Nvidia a 100 miliardi di dollari nei data center entro il 2024 e 25 miliardi di dollari nei veicoli autonomi entro il 2025. Inoltre, le sue schede grafiche sono lo standard industriale per i giocatori e i designer 3D, rendendo Nvidia un giocatore chiave nel fiorente metaverso. Dati questi venti di coda, non è sorprendente che Fisher Asset Management stia comprando più azioni, ed è per questo che Nvidia è una delle sue maggiori partecipazioni.

2. Texas Instruments$TXN

Texas Instruments è specializzata in chip analogici e processori embedded, due semiconduttori ampiamente utilizzati nei settori industriale, automobilistico e dell'elettronica di consumo. In effetti, i chip analogici sono presenti in ogni dispositivo elettronico, e i processori incorporati sono presenti nella maggior parte. E in entrambi i casi, Texas Instruments ha una quota di mercato più grande di tutti i suoi concorrenti.

Il suo successo è dovuto in gran parte ai vantaggi di prezzo ottenuti dalla produzione interna. L'azienda possiede quattro impianti di produzione in cui i semiconduttori sono fatti da wafer di silicio di 300 millimetri, e si prepara a iniziare la costruzione di altri due a Sherman, Texas. Questo è importante perché il processo di 300 millimetri è più economico del 40% (per chip non avvolto) rispetto al processo di 200 millimetri usato dalla maggior parte dei rivali. Texas Instruments fa anche la maggior parte dei suoi test e assemblaggi di semiconduttori in casa, sostenendo la sua capacità di controllare i costi e gestire la sua catena di approvvigionamento.

Grazie a questi vantaggi, Texas Instruments ha raggiunto una performance finanziaria impressionante l'anno scorso, nonostante le diffuse carenze di chip causate da interruzioni della catena di approvvigionamento. I ricavi sono aumentati del 27% a 18,3 miliardi di dollari e il free cash flow è balzato del 14% a 6,3 miliardi di dollari. Meglio ancora, il futuro sembra luminoso per questa società di semiconduttori.

Texas Instruments ha fatto un lavoro fenomenale nel creare ricchezza per gli azionisti nel corso degli anni. L'azienda ha aumentato il suo dividendo a un tasso annuale del 25% dal 2004, e il titolo ha fornito un rendimento annuale del 10% nello stesso periodo. Data la sua forte posizione competitiva in un settore critico, Texas Instruments è ben posizionata per estendere questo record.

Nvidia è stata spesso menzionata ultimamente come un ottimo acquisto abbinato anche al metaverso, quindi è certamente una buona scelta....Texas Instruments non lo sapevo fino ad ora, ma in base a queste informazioni sembrano anche piuttosto interessanti. Chiaramente la carenza di semiconduttori continuerà e la domanda sarà alta, quindi queste aziende sono buone scelte.

Questo non è un consiglio di investimento.

Fonte: Fool.com

Leggere l'articolo completo gratuitamente? Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.
No comments yet