S&P 500 ^GSPC
5,069.82
-0.16%
Alphabet GOOG
$137.43
-1.91%
Nvidia NVDA
$776.63
-1.32%
Tesla TSLA
$202.04
+1.16%
Apple AAPL
$181.42
-0.66%
Meta META
$484.02
-0.62%
Amazon AMZN
$173.16
-0.22%
Microsoft MSFT
$407.72
+0.06%

Questi regolamenti sulle criptovalute sono in arrivo nel 2022

Il 2021 potrebbe non essere stato l'anno in cui hai chiesto a tua nonna dove poteva comprare criptovalute, ma è stato certamente un anno di svolta per la tecnologia. Il volume delle transazioni di criptovalute è cresciuto del 567% su base annua per raggiungere 15,8 trilioni di dollari nel 2021, dimostrando che il trading di asset digitali sta diventando sempre più comune. Questa impennata di interesse non è certamente gradita ai regolatori e quindi, secondo gli analisti, possiamo aspettarci regolamenti su questa linea.

Fonte: Weforum.org

Anche se il mercato sta vedendo qualche correzione all'inizio del 2022, il 2021 è stato un tale anno bisestile che nessuno può negare che gli asset crittografici sono qui per restare. Mentre il volume complessivo dell'attività illegale delle criptovalute è aumentato in termini assoluti, l'attività illegale oggi rappresenta ancora meno dell'1% di tutte le transazioni.

Tuttavia, nello spazio emergente della finanza decentralizzata ( DeFi ), che ha visto di gran lunga il maggiore impatto, le perdite dovute a furti e frodi stanno accelerando a più di 10,5 miliardi di dollari nel 2021, rispetto a 1,5 miliardi di dollari nel 2020. È molto probabile che il 2022 sarà un anno spartiacque per la regolamentazione.

Predizione 1: le autorità di protezione dei consumatori prenderanno il posto dei regolatori finanziari

Mentre l'industria delle criptovalute matura e diventa sempre più integrata nel sistema finanziario tradizionale, i regolatori si stanno concentrando sulla protezione dei consumatori oltre all'antiriciclaggio (AML) e la lotta al finanziamento del terrorismo (CFT). Questo è dovuto alla natura altamente accessibile delle criptovalute - mentre democratizza l'accesso ai mercati finanziari, espone anche i clienti al dettaglio non accreditati e a volte non sofisticati a rischi enormi. Poiché la capitalizzazione di mercato delle criptovalute è aumentata di dieci volte dall'inizio del 2020 a 2,2 trilioni di dollari nel gennaio 2022, proteggere i consumatori dalla volatilità del mercato e garantire l'integrità del mercato è diventata una priorità.

Questo porterà i regolatori come il Consumer Financial Protection Bureau (CFPB) degli Stati Uniti ad assumere un ruolo sempre più importante nella supervisione dell'industria dei criptoasset mentre cercano di implementare gli standard, in particolare nell'area della trasparenza, per proteggere i consumatori da frodi e manipolazioni. Questo potrebbe includere requisiti per gli sviluppatori di piattaforme DeFi per fornire chiare dichiarazioni pubbliche (oltre a qualsiasi codice open source che sviluppano) che articolano chiaramente come funziona la loro piattaforma così come i rischi che i consumatori possono affrontare.

Predizione 2: i regolatori finanziari si concentreranno sulla DeFi

La crescita nello spazio DeFi è stata incredibile, con Elliptic che ha scoperto che il capitale totale legato ai servizi DeFi è cresciuto di oltre il 1.700% nel 2021 per raggiungere 247 miliardi di dollari.

Mentre questo presenta opportunità per gli individui e le organizzazioni che non hanno accesso ai servizi finanziari, ha anche un lato negativo: il DeFi viene anche sfruttato da vari attori per rubare, imbrogliare e riciclare fondi. La maggior parte dei regolatori finanziari di tutto il mondo non hanno ancora chiarito se i loro quadri esistenti si applicano ai protocolli DeFi. Eppure i politici stanno cercando di applicare gli stessi principi normativi utilizzati nella finanza tradizionale a questo nuovo ecosistema per proteggere gli investitori, e non passerà molto tempo prima che i regolatori locali portino il DeFi nell'ambito delle normative AML/CFT esistenti.

In alcune giurisdizioni stiamo già vedendo le basi per approcci locali. Nell'agosto 2021, la U.S. Securities and Exchange Commission (SEC) ha imposto un ordine di cessazione contro gli operatori del mercato monetario DeFi che hanno offerto più di 30 milioni di dollari di titoli in offerte non registrate utilizzando il protocollo DeFi, a causa di preoccupazioni di riciclaggio di denaro. e ingannare i loro clienti.

Previsione 3: due diligence VASP - pratica standard

Nell'ottobre 2021, la Financial Action Task Force (FATF) ha pubblicato una guida, che ha introdotto il concetto di due diligence di controparte del fornitore di servizi di asset virtuali (VASP) per l'industria cripto. Questi requisiti di due diligence rispecchiano quelli del correspondent banking.

In pratica, questo significa che ci si aspetta che un commerciante di criptovalute esegua un'adeguata due diligence su ogni VASP successivo. Questo include la ricerca di una copertura mediatica negativa, l'identificazione di qualsiasi azione normativa intrapresa contro l'azienda e l'assicurazione della prova che ha sufficienti controlli AML, KYC e di protezione dei dati in atto.

Questo rappresenta un'enorme opportunità di business per le istituzioni finanziarie tradizionali. Con la due diligence VASP una pratica comune nell'industria delle criptovalute, le banche otterranno fiducia e sicurezza nei suoi processi di conformità, attirando molti a servire il settore per la prima volta. Per approfittare di questa enorme opportunità, le banche devono iniziare a pensare intensamente e velocemente ai cambiamenti che dovranno fare per integrare efficacemente il settore delle criptovalute.

Mentre le criptovalute hanno beneficiato di una mancanza di trasparenza e sono state in una zona grigia, il 2022 potrebbe essere l'anno in cui la regolamentazione diventa più bianca o nera. Ridurre l'asimmetria dell'informazione aggiungerà fiducia e credibilità all'ecosistema. Questo presenta enormi opportunità non solo per i VASP stessi, ma anche per le istituzioni finanziarie tradizionali, molte delle quali hanno finora limitato la loro esposizione ai criptoasset a causa della volatilità del mercato e dei potenziali rischi reputazionali. Tuttavia, le istituzioni finanziarie dovranno prepararsi a un rapido progresso in termini di conformità. I lenti rischiano di perdere nuovi significativi flussi di entrate in cui i loro concorrenti più agili si sono già affermati. Personalmente spero che la previsione #2 focalizzata su DeFi non sia così vera, perché ho investito un bel po' in questi progetti e mi piace il modello. La cosa della protezione dei consumatori mi sembra abbastanza realistica... Nello scrivere questo articolo ho tratto informazioni da Cryptonews.com

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Log in to Bulios

Log in and follow your favorite stocks, create a portfolio and discuss with others


Don't have an account? Join us

No comments yet