Inizia a preoccuparti, dice Saudi Aramco. Siamo al limite. Cosa significa questo per gli investitori?

L'economia mondiale sta affrontando molte sfide. Quindi, quando il più grande produttore di petrolio al mondo dichiara che è molto probabile che ci saranno altri problemi, c'è sicuramente da preoccuparsi.

La Saudi Aramco dice che la carenza di petrolio potrebbe essere il prossimo problema globale

Secondo Saudi Aramco, il più grande produttore di petrolio al mondo, il mercato globale dei combustibili fossili è ancora rigido. Questo non è di buon auspicio per un mondo che è ancora largamente dipendente dai combustibili fossili.

"Attualmente la capacità inutilizzata è estremamente bassa", ha dichiarato l'amministratore delegato di Saudi Aramco , Amin Nasser, durante una recente conferenza a Londra. "Se la Cina si apre, inizierà a migliorare e l'industria aeronautica inizierà a richiedere più carburante per l'aviazione. Questo potrebbe eliminare il resto dell'offerta libera".

Nasser avverte che i prezzi del petrolio potrebbero aumentare rapidamente - di nuovo.

"Quando si esaurisce la capacità inutilizzata, il mondo dovrebbe essere preoccupato. Non ci sarà spazio per nessun intoppo, nessuna interruzione, nessun imprevisto in nessuna parte del mondo".

Il prezzo del petrolio potrebbe tornare a salire

Nonostante i crescenti timori di una recessione globale, la domanda mondiale di petrolio potrebbe riprendersi bruscamente in Cina, mentre la domanda di carburante per l'aviazione rimane inferiore di circa 1,7 milioni di barili al giorno rispetto al livello precedente all'introduzione delle severe misure COVID.

Il CEO ha dichiarato che l'obiettivo dell'Arabia Saudita di aumentare la propria capacità produttiva rimane in linea con i tempi previsti. Saudi Aramco, che produce e vende petrolio per conto dello Stato saudita, sta attualmente lavorando per aumentare la propria capacità produttiva a 13 milioni di barili al giorno entro il 2027, con un'ulteriore capacità da aggiungere gradualmente.

Secondo l'ultima indagine Platts, l'Arabia Saudita, il più grande esportatore di petrolio al mondo, ha pompato 10,92 milioni di barili al giorno in agosto, leggermente al di sotto della sua quota prevista dall'accordo OPEC+ . Il Regno afferma di essere in grado di pompare 12,5 milioni di bpd in caso di necessità, anche se non è stato testato e gli esperti ritengono che non sia sostenibile.

Per quanto riguarda i prezzi, Nasser ha ribadito le sue preoccupazioni sul fatto che il mercato petrolifero globale sia concentrato sui timori economici a breve termine di una recessione globale piuttosto che sui dati fondamentali dell'offerta.

Ha affermato che il mercato petrolifero non sta leggendo la situazione come dovrebbe, sottolineando la scarsa capacità di riserva, la scarsità delle forniture e notando che l'alta inflazione sta influenzando anche il costo dei progetti upstream . Nasser ha inoltre dichiarato che Aramco mantiene la sua posizione secondo cui gli attuali scenari di emissioni nette zero entro il 2050 non sono realistici e compromettono la propensione agli investimenti in nuovi progetti petroliferi e di gas.

"Perché investire se si pensa che la domanda stia per crollare? Per noi resta importante che la domanda cresca fino al 2030", ha detto, aggiungendo che le fonti energetiche alternative come il solare e l'eolico non sono ancora pronte a sostituire il petrolio.

Da diversi anni Aramco avverte della possibilità di un aumento dei prezzi del petrolio a causa del calo della spesa nel settore petrolifero e del gas.

https://www.youtube.com/watch?v=NRmGfmqx29g

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. Si tratta di una mia sintesi e di un'analisi basata su dati provenienti da internet e da altre fonti. Investire nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente? Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

Atraktivní dividendy s ročním výnosem 9,3%?

Staň se součástí největší dividendové komunity na Buliosu a získej přístup k unikátní strategii tvorby pasivního příjmu ještě dnes!
No comments yet