Non è ancora troppo tardi per il settore energetico. Questi 3 titoli potrebbero essere scelte interessanti

Nell'ultimo anno il settore energetico ha registrato un grande boom grazie a una combinazione di fattori macroeconomici. Ci si aspetterebbe che non ci sia nulla di interessante qui. Ma sarebbe un grosso errore.

Il settore energetico non ha ancora mostrato tutto

Il settore energetico è stato nel mirino degli investitori per tutto l'anno scorso ed è stato uno dei pochi a resistere alla grande flessione del mercato. Ciò è dovuto a una confluenza di influenze macroeconomiche, politiche e meteorologiche. Gli investitori potrebbero dire che tutte le opportunità qui sono finite e che devono spostarsi altrove. Ma sarebbe un grosso errore. Infatti, queste società spesso prosperano in quasi tutte le situazioni e il recente calo di popolarità del settore potrebbe presentare interessanti opportunità.

L'indice principale è in calo da un anno. Ma non si può dire lo stesso per il settore energetico.

ConocoPhillips $COP-1.3%

ConocoPhillips è un produttore diversificato di petrolio e gas. Opera in tutto il mondo e utilizza diversi metodi per estrarre petrolio e gas.

ConocoPhillips è caratterizzata da bassi costi operativi. Il suo costo medio di approvvigionamento è inferiore a 30 dollari al barile. ConocoPhillips integra i suoi bassi costi di approvvigionamento con un solido bilancio. L'indebitamento è relativamente basso. Ciò le consente di avere una riserva sufficiente per affrontare i frequenti periodi di bassi prezzi del petrolio e del gas.

I bassi costi operativi di ConocoPhillips le consentono di generare un flusso di cassa significativo nei prossimi anni . L'azienda petrolifera e del gas stima di poter generare un free cash flow cumulativo di 80 miliardi di dollari entro il 2031, ipotizzando un prezzo medio del petrolio di 50 dollari al barile.

Il contesto di COP

La società prevede di restituire una parte significativa dei suoi utili inattesi agli investitori nei prossimi anni . Si prevede di inviare loro 10 miliardi di dollari solo nel 2022 grazie all'aumento dei prezzi del petrolio. ConocoPhillips sta utilizzando una serie di metodi per restituire liquidità agli azionisti, tra cui il riacquisto di azioni, il pagamento di un dividendo trimestrale in crescita e la generazione di liquidità in eccesso grazie all'aumento dei prezzi del petrolio.

TC Energy $TRP+1.0%

TC Energy è uno dei maggiori operatori di oleodotti del Nord America. Gestisce oleodotti negli Stati Uniti, in Messico e nel suo paese d'origine, il Canada. Inoltre, l'azienda possiede un sistema di oleodotti per carburanti liquidi di primo piano, che la rende uno dei principali esportatori di petrolio del Canada. È anche uno dei maggiori produttori di energia elettrica del Paese e si concentra sull'energia nucleare e sulle energie rinnovabili.

Le attività dell'azienda nel settore delle infrastrutture energetiche generano flussi di cassa relativamente stabili, sostenuti da contratti a pagamento. Questo modello di business a basso rischio si è dimostrato molto duraturo, in quanto TC Energy genera flussi di cassa stabili in tutti i contesti di mercato che sostengono i suoi dividendi e la sua espansione.

Tuttavia, le turbolenze del prezzo delle azioni sono

Nel frattempo, la società ha un rapporto di distribuzione dei dividendi conservativo. Inoltre, ha uno dei migliori rating di credito nel settore dei gasdotti. Questi fattori le conferiscono la flessibilità finanziaria necessaria per continuare a espandere la propria rete di condotte e a pagare un dividendo. Inoltre, rendono TC Energy una delle società meno rischiose del settore energetico.

Brookfield Renewable $BEPC-2.0%

Brookfield Renewable è il principale produttore mondiale di energia rinnovabile. Gestisce impianti idroelettrici, solari ed eolici... L'azienda vende l'energia generata da questi metodi con contratti di acquisto di energia a lungo termine e a tasso fisso a società di servizi e ad altri grandi utenti di energia.

Questi contratti consentono a Brookfield di generare flussi di cassa relativamente stabili, che vengono generalmente utilizzati per pagare un interessante dividendo. L'azienda conserva il saldo per le acquisizioni, lo sviluppo e l'espansione della sua attività nel settore delle energie rinnovabili.

L'azienda ha un enorme portafoglio di progetti di sviluppo di energie rinnovabili. Insieme ad altri fattori di crescita, come le acquisizioni e l'aumento dei prezzi dell'elettricità, Brookfield prevede una crescita del flusso di cassa per azione fino al 20% all'anno fino al 2026 . Ciò dovrebbe sostenere una crescita annua dei dividendi compresa tra il 5% e il 9%, rendendo Brookfield un eccellente titolo a dividendo nel settore delle energie rinnovabili.

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. L'investimento nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Io sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview