Elon Musk ha avanzato una proposta per porre fine alla crisi bancaria

Il settore bancario sta attraversando probabilmente la prova più difficile dal 2008, anno della Grande Depressione. Ovunque sono state avanzate proposte di ogni tipo per evitare il contagio nel settore bancario. Anche Elon Musk non è rimasto indietro e ha proposto una soluzione.

L'attuale crisi di fiducia nel settore bancario ha portato al collasso di diverse grandi banche, spingendo il miliardario Elon Musk a chiedere al governo federale di garantire tutti i depositi per fermare le corse agli sportelli. Le attuali turbolenze sono state paragonate alla grande crisi finanziaria del 2008, con timori di contagio, dato che il settore finanziario si sta ancora riprendendo dalle conseguenze di quegli eventi.

Come è iniziato?

La Silicon Valley Bank $SIVB, l'istituto al centro della crisi, ha subito un'incredibile perdita netta di 1,8 miliardi di dollari nel suo portafoglio di obbligazioni. La perdita è derivata dall'incapacità della banca di anticipare l'aumento dei tassi d'interesse e ha portato a una fuga dalla SVB, che ha cercato di raccogliere 2,25 miliardi di dollari in prelievi di contanti dai clienti interessati.

https://www.youtube.com/watch?v=YUCEms8KMkA

Gli investitori sono sempre più preoccupati di un potenziale effetto domino nel settore finanziario, poiché si ritiene che molte banche regionali possano aver fatto scommesse simili a quelle di SVB. Questo timore si è manifestato in un rapido calo dei titoli bancari e in massicci ritiri di depositi da banche percepite come fragili.

Una delle vittime della crisi è il gigante bancario svizzero Credit Suisse, che ha dovuto affrontare uno sbalorditivo deflusso di 10 miliardi di dollari in un solo giorno. Questo ha portato le autorità svizzere a costringere la rivale UBS ad acquisire la banca in difficoltà per soli 3,24 miliardi di dollari, una mossa che ha lasciato alcuni investitori e obbligazionisti del Credit Suisse con perdite significative.

Dove sta il problema?

Il cuore del problema è l'attuale limite dei depositi assicurati della Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC), pari a 250.000 dollari. Questo limite è stato identificato come un fattore chiave per le corse agli sportelli, in quanto i clienti con depositi superiori a questo importo temono di perdere i loro risparmi in caso di fallimento della banca. Questo è particolarmente problematico per le banche regionali, che svolgono un ruolo chiave nei prestiti commerciali e industriali, nonché nel finanziamento di progetti immobiliari residenziali.

Musk chiede di fermare le corse agli sportelli bancari.

Elon Musk, CEO di Tesla e fondatore di SpaceX, ha proposto che il governo federale garantisca tutti i depositi ed elimini il limite di 250.000 dollari della FDIC per combattere la crisi in corso ed evitare che le banche interrompano i finanziamenti essenziali per imprese e consumatori. Musk sostiene che questa mossa è fondamentale per fermare le corse agli sportelli e ripristinare la stabilità del settore finanziario.

La proposta del miliardario segue una serie di misure di emergenza adottate dalle autorità di regolamentazione nel tentativo di riportare la calma e proteggere i depositanti. Queste misure includono la garanzia di tutti i depositi per i clienti della SVB e della Signature Bank di New York, anch'essa chiusa dalle autorità di regolamentazione dopo una precedente corsa agli sportelli. Inoltre, la Federal Reserve ha istituito un nuovo strumento per fornire finanziamenti di emergenza alle banche in difficoltà, al fine di evitare una crisi di liquidità.

Con il settore finanziario in fibrillazione e gli effetti della crisi ancora in corso, resta da vedere se il governo federale ascolterà l'appello all'azione di Musk e adotterà la soluzione da lui proposta per fermare le corse agli sportelli e ripristinare la fiducia nel settore bancario.

AVVERTENZA: non sono un consulente finanziario e questo materiale non costituisce una raccomandazione finanziaria o di investimento. Il contenuto di questo materiale è puramente informativo.


No comments yet
Timeline Tracker Overview