S&P 500 ^GSPC 5,304.72 +0.70%
Tesla TSLA $179.24 +3.17%
Meta META $478.22 +2.67%
Nvidia NVDA $1,064.69 +2.57%
Apple AAPL $189.98 +1.66%
Microsoft MSFT $430.16 +0.74%
Alphabet GOOG $176.33 +0.73%
Amazon AMZN $180.75 -0.17%

Sintesi del primo trimestre 2023 e ulteriori prospettive di Tomáš Cverna

Filipo Maritinelli
5. 4. 2023
5 min read

Nell'intervista di oggi con l'analista Tomáš Cverna, ci concentriamo su una sintesi del primo trimestre del 2023, sulle prospettive per il futuro e su un altro settore che potrebbe essere a rischio dopo la crisi bancaria.

Può presentarsi?

Mi chiamo Tomas Cverna, ho 20 anni, sono uno studente universitario e sono anche analista azionario presso il broker XTB. Mi concentro sui titoli cechi, che commento nella mia serie di video intitolata Una settimana alla Borsa di Praga. Inoltre, una volta al mese pubblico uno sguardo più dettagliato su un titolo selezionato in Stock Focus, che, come l'analisi dei titoli nazionali, può essere trovato sul canale YouTube di XTB.

Con il primo trimestre del 2023 alle spalle, vorrei chiedervi di valutare i primi 3 mesi dell'anno.

Le prime settimane del nuovo anno sono state caratterizzate da un afflusso di capitali "freschi". Tuttavia, la situazione è simile all'inizio di ogni trimestre. Inoltre, i dati macroeconomici degli Stati Uniti, molto seguiti, sono risultati relativamente forti. Pertanto, la Fed statunitense non aveva motivo di non proseguire con la sua politica monetaria restrittiva. Ciò ha causato una correzione degli indici azionari. È seguito un periodo piuttosto turbolento associato a complicazioni nel settore bancario, che rimanevano nell'aria a causa dei rialzi aggressivi dei tassi da parte della Fed, ma nessuno immaginava che potessero effettivamente arrivare. Ciononostante, il sentimento del mercato ha iniziato a calmarsi nelle ultime settimane di marzo, portando a un rafforzamento degli indici azionari. L'indice azionario S&P 500 ha guadagnato più del 7% dall'inizio dell'anno, nonostante l'elevata volatilità.

La nostra comunità di investitori si concentra principalmente sulle azioni statunitensi, quindi vorrei rimanere negli Stati Uniti e chiederle se la situazione dell'alta inflazione sta migliorando e se al momento è sufficiente?

Non solo l'inflazione CPI, ma anche l'inflazione PCE sta registrando un calo, il che è positivo per i mercati. Tuttavia, non credo che questo spingerà la Fed a fare una rapida inversione di tendenza, perché dobbiamo evitare che l'inflazione si fermi al di sopra dell'obiettivo di inflazione. Uno dei possibili catalizzatori dell'inversione forzata della politica monetaria è stata la crisi bancaria. Tuttavia, questa è stata "risolta" con un programma di fornitura di liquidità alle banche. Sono molto sorpreso dalla solidità del mercato del lavoro statunitense, di cui sentiremo parlare meglio il Venerdì Santo. In generale, tuttavia, le pressioni inflazionistiche stanno rallentando nell'economia statunitense, come dimostra il calo del tasso di crescita dei salari mese su mese.

A questo punto, quando la Fed potrebbe smettere di aumentare i tassi di interesse?

Di recente si è discusso molto di questo argomento in relazione alla crisi bancaria. Il mercato pensa che la riunione di maggio sarà l'ultima in cui ci sarà un aumento di non più di 25 punti base. Sebbene i tassi d'interesse elevati siano dannosi per la crescita economica, per il motivo che ho descritto sopra, sono più favorevole a mantenerli a livelli elevati più a lungo. Non è prevedibile un cambiamento della posizione della Fed in materia di politica monetaria a seguito della crisi bancaria, poiché la banca centrale ha utilizzato altri strumenti per mantenere la stabilità del sistema bancario.

Percepisce qualche rischio aggiuntivo sui mercati in seguito alla crisi bancaria? Ho letto che il settore immobiliare commerciale potrebbe essere il prossimo dopo la crisi bancaria. Cosa ne pensa? È realistico?

Il rischio è onnipresente nei mercati finanziari. Non sottovaluterei di certo l'immobiliare commerciale in particolare, che è direttamente collegato ai grandi licenziamenti nelle aziende. Questo avviene dopo che le aziende hanno assunto un gran numero di dipendenti per accelerare le loro attività in un momento in cui la liquidità era quasi libera. Alphabet $GOOGL+0.8%, la società madre di Google, ne è un esempio. I licenziamenti e il sottoutilizzo degli uffici non solo mettono sotto pressione i proprietari di questi immobili, che spesso sono i cosiddetti REIT, ma anche le banche che finanziano queste aziende con prestiti ipotecari.

Potrebbe darci qualche previsione per i prossimi mesi e per il 2023 in generale? Cosa si aspetta per i mercati azionari?

Personalmente, mi aspetto una recessione, ma lo sapremo dai dati solo più tardi. Tuttavia, i prossimi mesi saranno caratterizzati anche da un calo dell'inflazione. Al momento, non vedo alcun catalizzatore che possa contribuire ad aumentarla. Per quanto riguarda l'energia in Europa, che ha rappresentato gran parte dell'aumento del paniere dei consumatori lo scorso anno, grazie al clima e alle forniture ai bunker di GNL, l'estate potrebbe non essere così turbolenta come l'anno scorso. La grande incognita è rappresentata dai prezzi dei prodotti alimentari, che continuano a salire.

Trova che ci siano dei titoli settoriali o specifici a livelli interessanti in questo momento?

Trovo interessanti non solo i giganti tecnologici statunitensi, ma anche le società di consulenza informatica, ad esempio, a causa dell'interesse delle aziende per la digitalizzazione. A lungo termine, anche il settore sanitario potrebbe essere interessante. Eviterei il settore energetico, che l'anno scorso ha raggiunto livelli record. Tuttavia, una recessione più profonda potrebbe causare una riduzione della domanda di petrolio e il conseguente sell-off dei titoli dei produttori di petrolio. La minaccia di una recessione mi fa anche diffidare delle società direttamente legate alla domanda dei consumatori.

  • Vi è piaciuta l'intervista di oggi? Se sì, assicuratevi di seguirci per non perdere altri contenuti unici. Ilmio ospite di oggi era Tomas Cverna.

Si prega di notare che questa non è una consulenza finanziaria.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.