S&P 500 ^GSPC 5,308.13 +0.09%
Nvidia NVDA $947.80 +2.49%
Tesla TSLA $174.95 -1.41%
Microsoft MSFT $425.34 +1.22%
Alphabet GOOG $178.46 +0.66%
Meta META $468.84 -0.65%
Amazon AMZN $183.54 -0.63%
Apple AAPL $191.04 +0.62%

Analisi di United Natural Foods: l'azienda che è nella vita quotidiana di tutti.

Loreto Ricchetti
5. 4. 2023
6 min read

Oggi esaminiamo un'azienda che opera nel settore della sicurezza, e c'è la certezza che la domanda per i suoi prodotti sarà sempre presente. Analizziamo insieme un operatore del settore alimentare. Si tratta di United Natural Foods.

United Natural Foods, Inc. $UNFI-1.0% è un'azienda americana specializzata nella distribuzione di alimenti sani e biologici. È stata fondata nel 1976 e ha sede a Providence, Rhode Island. L'azienda distribuisce un'ampia gamma di prodotti alimentari come alimenti biologici e naturali, alimenti speciali per persone con allergie alimentari, alimenti salutistici e altro ancora. UNFI si concentra sulla fornitura di questi prodotti a dettaglianti, supermercati e altri clienti.

Il modello commerciale di UNFI si basa sulla distribuzione di prodotti alimentari dai produttori ai rivenditori e ad altri clienti. L'azienda opera in tre segmenti principali:

  • Marchi nazionali: in questo segmento, l'azienda distribuisce un'ampia gamma di prodotti alimentari di marchi e produttori nazionali.
  • Marchi privati: UNFI crea e distribuisce anche prodotti alimentari a marchio privato che spesso sono competitivi con i marchi nazionali e possono essere venduti a prezzi inferiori.
  • Servizi ai rivenditori: UNFI fornisce anche una serie di servizi ai rivenditori, come marketing, assistenza tecnica, logistica e altri, per aiutarli a gestire le loro attività.

Gli analisti prevedono che il mercato degli alimenti sani e biologici crescerà rapidamente nei prossimi anni. La crescita dovrebbe essere trainata da diversi fattori, tra cui la crescente consapevolezza dei consumatori nei confronti della salute e dell'ambiente, la preferenza delle giovani generazioni per alimenti più sani e sostenibili e i cambiamenti normativi globali relativi all'industria alimentare.

Aspettative di crescita del mercato nei prossimi anni.

Secondo alcune stime, il mercato globale degli alimenti sani e biologici potrebbe crescere in media di circa il 12% all'anno, con alcune regioni come l'Asia e l'America Latina che potrebbero registrare tassi di crescita ancora più elevati, grazie alla crescita della classe media e all'aumento della domanda di alimenti sani.

Naturalmente, ogni azienda ha i suoi pro e i suoi contro, quindi lo stesso vale per questo segmento, dove ci sono una buona parte dei vantaggi di investire in questa azienda, ma ci sono anche degli svantaggi a cui pensare.

I vantaggi di UNFI comprendono:

  • Forte posizione di mercato: UNFI è uno dei maggiori distributori di alimenti sani e biologici del Nord America, il che le conferisce un vantaggio competitivo.
  • Ampia gamma di prodotti: UNFI offre un'ampia gamma di prodotti alimentari che comprende alimenti biologici e naturali, alimenti speciali per persone con allergie alimentari e alimenti salutistici.
  • Rapporti a lungo termine con fornitori e clienti: UNFI ha costruito nel corso degli anni solidi rapporti con fornitori e clienti, che le consentono di garantire una fornitura e una domanda stabili per i suoi prodotti e servizi.

Gli svantaggi di UNFI includono

  • Debito elevato: l'acquisizione di Supervalu ha portato a un aumento del debito dell'azienda, con conseguente aumento del rischio finanziario.
  • Sensibilità alle variazioni dei prezzi delle materie prime: L'azienda è sensibile alle variazioni dei prezzi delle materie prime, come cibo e carburante, che possono incidere sui suoi margini operativi.

Finanze e perdite dell'azienda nel 2019 e 2020

Nel lungo periodo, l'azienda ha ottenuto risultati ragionevolmente buoni, registrando una crescita media annua dei ricavi del 37% negli ultimi 5 anni. Anche in termini di utile netto, l'azienda ha registrato una tendenza al rialzo nel lungo periodo, ma non così netta come nel caso dei ricavi. l'utile netto dell'azienda è cresciuto a un tasso medio annuo di circa il 10% negli ultimi 5 anni. UNFI ha registrato perdite nel 2019 e nel 2020. Le ragioni principali di queste perdite sono state:

  • L'acquisizione di Supervalu: Nel 2018 UNFI ha acquisito Supervalu, con conseguente aumento del debito e dei costi associati all'acquisizione e all'integrazione. Questi costi hanno avuto un impatto negativo sulla redditività dell'azienda negli anni successivi.
  • Costi operativi più elevati: l'azienda ha dovuto far fronte a costi operativi più elevati, come i costi di trasporto e di stoccaggio, che hanno avuto un impatto negativo sui margini e sulla redditività.
Grafico dell'andamento del margine netto dell'azienda.

A prima vista, dal grafico si può notare che l'azienda ha margini netti molto bassi. Questi margini bassi sono in gran parte dovuti alla natura dell'attività dell'azienda. Semplicemente, non si può vendere un rotolo con un margine del 100%, semplicemente non si può.

Nel secondo trimestre dell'anno fiscale 2023, United Natural Foods, Inc. (UNFI) ha registrato una crescita delle vendite nette del 5,4% a 7,8 miliardi di dollari, grazie all'aumento delle vendite di prodotti multicategoria, di marchi privati e di servizi professionali. Tuttavia, l'utile lordo è diminuito di 6 milioni di dollari, l'utile netto è sceso del 71,2% a 19 milioni di dollari e l'EBITDA rettificato è diminuito del 17,7% a 181 milioni di dollari. L'utile per azione è sceso del 71,3% a 0,31 dollari e l'utile per azione rettificato è sceso del 42,6% a 0,78 dollari. L'azienda è riuscita anche a ridurre il debito netto di 427 milioni di dollari, compreso il beneficio derivante dalla monetizzazione dei crediti.

Guardando al bilancio, la società sembra essere relativamente ben stabilizzata nel breve termine, con attività correnti sufficienti a coprire le passività correnti. Tuttavia, se si considerano i parametri a lungo termine, si nota un notevole eccesso di leva finanziaria. Il rapido aumento del debito a lungo termine si è verificato proprio nel 2019 e nel 2020, quando la società stava effettuando l'acquisizione di Supervalu. Da allora, cioè negli ultimi due anni, il debito a lungo termine è tornato a diminuire lentamente.

Prospettive del management

UNFI ha aggiornato le sue previsioni per il 2023, aumentando le aspettative di vendita ma riducendo le previsioni di redditività. Il programma di trasformazione dell'azienda è incentrato sul miglioramento delle prestazioni operative e della redditività e prevede di combinare la crescita delle vendite con una piattaforma più efficiente e redditizia. L'obiettivo è conquistare una quota maggiore del mercato principale.

L'amministratore delegato di UNFI, Sandy Douglas, ha dichiarato che la minore redditività del trimestre è dovuta alla mancanza dei guadagni dell'inflazione e della crescita delle scorte acquisite in precedenza. L'azienda sta lavorando a un piano di trasformazione che contribuirà a migliorare l'esperienza dei clienti e dei fornitori e a colmare le lacune dell'infrastruttura digitale e fisica. Il team di UNFI è pienamente motivato a migliorare i rendimenti per gli azionisti attraverso il suo programma di trasformazione.

Conclusioni

Personalmente, vista la natura del suo business, vedrei la società come un'opzione più difensiva per il portafoglio. In breve, la domanda dei prodotti dell'azienda sarà sempre presente. D'altra parte, non mi piace molto il grande debito che la società ha accumulato solo a causa dell'acquisizione. C'è uno sforzo visibile per ridurre questo debito. L'azienda è riuscita a ridurre i costi degli interessi dopo l'acquisizione, nonostante l'attuale aumento dei tassi di interesse, ma è discutibile come si svilupperà il futuro con i tassi di interesse.

L'altro problema che vedo è la redditività dell'azienda. L'azienda ha margini in qualche modo stabili, ma invece di crescere, vediamo un calo. Personalmente, sono curioso di vedere quale piano di trasformazione presenterà la società e se questo piano avrà un impatto positivo sulla redditività dell'azienda.

DISCLAIMER: non sono un consulente finanziario e questo materiale non costituisce una raccomandazione finanziaria o di investimento. Il contenuto di questo materiale è puramente informativo.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.