S&P 500 ^GSPC 5,303.27 +0.12%
Nvidia NVDA $924.79 -1.99%
Tesla TSLA $177.58 +1.57%
Alphabet GOOG $177.29 +1.06%
Amazon AMZN $184.70 +0.58%
Meta META $471.91 -0.28%
Microsoft MSFT $420.21 -0.19%
Apple AAPL $189.87 +0.02%

James Bullard afferma che le recenti turbolenze nel settore bancario non sono un problema così grande

Bonaventura Sorrentino
10. 4. 2023
5 min read

Ultimamente mi sono spesso imbattuto nell'opinione che le turbolenze del settore bancario siano un grosso problema per l'economia attuale. Oggi diamo un'occhiata a ciò che uno dei personaggi più noti, James Bullard, ha da dire al riguardo.

È improbabile che l'economia statunitense precipiti in una recessione nonostante i recenti fallimenti di alcune banche, secondo il presidente della Federal Reserve (Fed) di St. Louis James Bullard. In un'intervista ha dichiarato che il 20% dei depositi bancari sta abbandonando il sistema, ma non vede motivi per preoccuparsi di un calo significativo dei prestiti. Secondo Bullard, le banche dovrebbero mantenere una liquidità e un capitale sufficienti per erogare prestiti, il che dovrebbe mantenere l'economia in carreggiata.

Bullard ha anche respinto la proposta di ridurre il tasso d'interesse del meccanismo di reverse repo della Fed, inteso a incoraggiare i fondi del mercato monetario a concedere prestiti alle banche. Ha dichiarato che la Fed non ha intenzione di apportare tale modifica. Ha invece sottolineato che le tensioni finanziarie nel settore bancario statunitense probabilmente continueranno ad allentarsi e che la Fed deve continuare a concentrarsi sulla lotta all'inflazione.

Grafico del percorso del tasso dei Fed funds.

I tassi di interesse sono stati aumentati dello 0,25% alla fine del mese scorso, il massimo dal 2007. Sebbene Bullard non abbia diritto di voto in seno al Federal Open Market Committee (FOMC) nel 2023, le sue opinioni vengono comunque tenute in considerazione nella definizione della politica monetaria.

La buona notizia è che il mercato del lavoro è molto forte e le tensioni finanziarie sembrano essersi attenuate, almeno per ora, quindi è un buon momento per continuare a combattere l'inflazione e cercare di imboccare la strada della disinflazione.

Grafico dei nuovi posti di lavoro.

Bullard afferma che il mercato del lavoro è molto forte e che, insieme all'allentamento dello stress finanziario, questo è un buon momento per combattere l'inflazione e cercare di imboccare la strada della disinflazione. Sebbene il recente rapporto JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey) abbia mostrato il maggior calo di posti di lavoro disponibili in due anni, Bullard non trae molti segnali dai dati e vede il mercato del lavoro in tenuta.

Lo stress finanziario nel settore bancario è uno dei principali rischi per l'economia, in quanto potrebbe causare un inasprimento delle condizioni di credito, che potrebbe portare a un rallentamento della crescita economica. La dichiarazione di Bullard è quindi incoraggiante per chi spera che l'economia statunitense eviti la recessione e mantenga il suo trend di crescita.

Bullard ha inoltre sottolineato l'importanza della strategia della Fed per combattere l'inflazione. La convinzione di Bullard che la Fed debba continuare a concentrare i propri sforzi sull'inflazione dimostra che l'istituzione comprende la necessità di mantenere stabile l'economia e proteggere il potere d'acquisto dei cittadini americani.

Tuttavia, Bullard sottolinea anche l'importanza della cautela nell'attuazione della politica monetaria per evitare di perturbare il mercato del lavoro. Afferma che, sebbene il rapporto JOLTS mostri un calo delle opportunità di lavoro, il mercato del lavoro è ancora solido e ha il potenziale per crescere ulteriormente.

Per raggiungere un percorso disinflazionistico e stabilizzare l'economia, sarà fondamentale per la Fed bilanciare adeguatamente la propria politica tra la gestione dell'inflazione e il sostegno al mercato del lavoro. Ciò potrebbe comportare un aumento ponderato dei tassi di interesse e altre misure che contribuiranno a garantire che l'economia statunitense rimanga forte e competitiva a livello globale.

Secondo alcuni analisti, la posizione di Bullard potrebbe segnalare che la Fed continuerà ad aumentare i tassi di interesse nei prossimi mesi per combattere l'inflazione e mantenere l'economia su un percorso disinflazionistico sostenibile. Dato che l'inflazione incide sul costo della vita e sulla stabilità complessiva dell'economia, è importante che la Fed agisca in modo rapido ed efficace.

In conclusione, la visione ottimistica di Bullard sull'economia statunitense è incoraggiante e suggerisce che l'attuale stress finanziario nel settore bancario non dovrebbe avere un impatto devastante sulla crescita economica. Il suo punto di vista sottolinea inoltre l'importanza di concentrarsi sulla lotta all'inflazione e di mantenere un percorso disinflazionistico, promuovendo al contempo un mercato del lavoro forte e la stabilità economica. Se la Fed riuscirà a trovare il giusto equilibrio nella sua politica monetaria, è probabile che l'economia statunitense continui a crescere e a prosperare.

La dichiarazione di Bullard serve anche a ricordare che le banche statunitensi devono continuare a mantenere liquidità e capitale sufficienti per poter concedere prestiti a imprese e consumatori. In questo modo, le banche possono contribuire a sostenere la crescita economica e a minimizzare il rischio di recessione dovuto all'inasprimento delle condizioni di credito.

In questo contesto, è importante menzionare anche il ruolo del governo e di altre istituzioni nel promuovere la stabilità economica. La cooperazione tra istituzioni come la Fed, il governo e il settore bancario può contribuire a garantire l'adozione di misure per migliorare la situazione economica e prevenire una recessione.

Una delle principali sfide che la Fed deve affrontare è trovare un equilibrio tra la necessità di aumentare i tassi di interesse per tenere sotto controllo l'inflazione e quella di mantenere l'economia su un sentiero di crescita. Questo può essere un compito difficile, ma l'ottimismo di Bullard suggerisce che la Fed è pronta e in grado di affrontare queste sfide.

Nel complesso, la posizione di Bullard suggerisce che l'economia statunitense ha un futuro brillante, a patto che la Fed e le altre istituzioni riescano ad affrontare con successo le sfide che ha di fronte. La sua visione ottimistica e la sua fiducia nella forza del mercato del lavoro e nella capacità delle banche di gestire lo stress finanziario creano speranza per l'economia statunitense e per i suoi cittadini che si trovano a dover affrontare l'inflazione e l'incertezza a livello globale.

ATTENZIONE: non sono un consulente finanziario e questo materiale non costituisce una raccomandazione finanziaria o di investimento. Il contenuto di questo materiale è puramente informativo.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.