S&P 500 ^GSPC 5,307.01 -0.27%
Tesla TSLA $180.11 -3.48%
Alphabet GOOG $178.00 -0.86%
Apple AAPL $190.90 -0.75%
Meta META $467.78 +0.68%
Nvidia NVDA $949.50 -0.46%
Microsoft MSFT $430.52 +0.34%
Amazon AMZN $183.13 -0.01%

Questo trader ha ottenuto un apprezzamento del 2700% negli ultimi 2 anni. Ora rivela i 3 indicatori che lo hanno…

Mirco Costanzo
14. 4. 2023
8 min read

Eduardo Briceno è sopravvissuto all'arduo viaggio dal Venezuela agli Stati Uniti, dove è diventato un day trader di successo. Ha iniziato con 28.000 dollari e ha guadagnato oltre 788.000 dollari in 2 anni, con un rendimento del 2.716%. Il suo successo si basa su una strategia attentamente studiata e focalizzata sulle piccole aziende, che ha progettato sulla base di una profonda conoscenza del mercato e dell'analisi tecnica. Diamo un'occhiata.

Eduardo Briceno

Eduardo Briceno, 35 anni, è diventato un day trader a tempo pieno poco dopo essere arrivato negli Stati Uniti nel 2017. È stata una decisione presa dopo essere fuggito dal Venezuela e non avere alcun mezzo chiaro per guadagnare un reddito. Sebbene avesse una certa esperienza e comprensione del mercato azionario, non era sufficiente per diventare un trader di successo. Ha anche seguito corsi di trading e di investimento presso un istituto scolastico e un programma online. Ma nessuna formazione poteva prepararlo allo stress di un trader di azioni che non poteva permettersi di perdere le sue scommesse.

All'inizio, è stata la peggiore decisione che abbia mai preso. Secondo le stime, Briceno ha perso circa 8.000 dollari di risparmi, di cui aveva bisogno. Ma ha perseverato, anche a costo di vivere grazie ai prestiti di amici e familiari, fino a quando non ha cominciato ad affinare gradualmente le sue capacità di trading.

Uno dei cambiamenti più importanti che secondo Briceno è stato fondamentale per il suo successo è stato il cambio di mentalità. Ha smesso di cercare di fare soldi nel mercato azionario e ha iniziato a concentrarsi sulla tecnica di trading. Questo gli ha permesso di separarsi dalle emozioni e di attenersi all'esecuzione di operazioni basate sui suoi setup.

In base alla dichiarazione, ha iniziato nell'ottobre 2020 con 28.000 dollari in un conto di intermediazione Cobra. Il saldo di quel conto è aumentato fino a 40.392,42 dollari, finché non lo ha chiuso nel dicembre 2020. Ha quindi aperto un nuovo conto Cobra sotto la LLC nel gennaio 2021 e ha trasferito 40.000 dollari. I registri mostrano che ha prelevato 437.195,72 dollari nel corso del 2021 e del 2022. A un certo punto, nell'ottobre 2022, ha aggiunto 45.000 dollari al conto. Nell'aprile 2021 ha aperto anche un conto Guardian sotto la stessa LLC e ha depositato 35.000 dollari. Questo conto mostra che ha prelevato un totale di 457.319 dollari dal 2021 a oggi. A novembre e dicembre 2021, ha aggiunto 11.000 e 10.000 dollari al conto.

Briceno ha dichiarato che tutto il denaro aggiuntivo trasferito sui conti dopo il deposito iniziale di 28.000 dollari proveniva dai suoi profitti aziendali. Sulla base dell'importo iniziale e considerando i prelievi totali di 788.551 dollari, ha guadagnato il 2.716,3% da ottobre 2020 a febbraio 2023.

Briceno ha un canale YouTube principalmente in spagnolo dove condivide contenuti di trading. Vende anche corsi online. I suoi risultati sono stati descritti come insoliti ed eccezionali da Norman Zadeh, un ex professore di matematica che ogni anno ospita il Campionato degli Stati Uniti di investimento. Ma Zadeh ha messo in guardia da questo tipo di approccio, osservando che molti trader finiscono per perdere tutto cercando di fare quello che ha fatto Briceno.

Briceno implementa un'ampia gamma di strategie che ha raccolto dalla sua formazione e dalla sua esperienza personale. Insieme, crea un setup che comprende i fondamentali, gli aspetti tecnici, la comprensione dei modelli di trading e la gestione del rischio. In particolare, Briceno si concentra sul trading di titoli a piccola capitalizzazione e momentum, perché ha maggiore familiarità con essi e ne conosce i modelli di movimento. Su questa base, utilizza tre indicatori principali che lo assistono nelle sue operazioni.

Gli indicatori

Cerca di mantenere gli indicatori il più semplici possibile, in modo che siano punti di riferimento piuttosto che mettere in ombra le teorie e le altre variabili su cui opera. Questo perché il grafico ritarda le informazioni e non fornisce il contesto per cui il prezzo si muove in una certa direzione. Tuttavia, se Briceno detiene una posizione, l'indicatore potrebbe segnalare che l'azione del prezzo si sta muovendo contro la sua teoria o dirgli chi ha il controllo, il venditore o l'acquirente.

L'indicatore più importante che tiene sotto controllo nei giorni di grande volume è il prezzo medio ponderato per il volume (VWAP), che mostra il prezzo medio di negoziazione di un titolo aggiustato per il volume di negoziazione. Per Briceno, quando il prezzo spot è al di sopra della linea del VWAP, è segno che gli acquirenti hanno il controllo. Al contrario, quando il prezzo scende al di sotto del VWAP, è segno che il trader medio che ha acquistato il titolo è ora sott'acqua e i venditori hanno il controllo, ha detto.

Se il prezzo dell'azione si sta dirigendo vicino o al di sopra del VWAP, lo utilizza come un buon punto di ingresso per una posizione lunga. Ma se il prezzo supera di oltre il 10% il VWAP, è un segno che potrebbe essere sovraesteso e tende a vendere. Il suo obiettivo è quello di rimanere vicino alla media per evitare di inseguire il titolo.
Diversi tipi di trader utilizzeranno il VWAP per motivi diversi. Ad esempio, un trader contrarian o mean reversion cercherà un prezzo spot più lontano dal VWAP come indicazione di una potenziale inversione o correzione.
Una delle sue recenti operazioni in cui il VWAP è stato utile è stato un gioco di simpatia. C3.ai $AI-4.8% ha recuperato durante l'ultima settimana di marzo e ha rotto la resistenza intorno a 30,92 dollari. Briceno voleva negoziare Guardforce AI (GFAI), un titolo AI micro flottante che normalmente avrebbe evitato a causa delle sue dimensioni ridotte e della mancanza di liquidità. Così ha compensato puntando su una posizione molto piccola per mantenere intatta la sua gestione del rischio.

Il 3 aprile è entrato in una posizione lunga su GFAI dopo che il titolo è diventato volatile e ha superato il suo massimo pre-mercato di 10,30 dollari poco dopo l'apertura del mercato. Per tutta la giornata il prezzo si è mantenuto al di sopra del VWAP, consentendogli di uscire e rientrare nella posizione con una certa convinzione. Secondo una schermata del suo conto di intermediazione, ha ottenuto un profitto di oltre 3.800 dollari.

In altre parole, opera con molteplici variabili che saranno diverse per ogni trader. Nello scenario sopra descritto, ha operato sul settore "caldo", ovvero l'IA. Ha preso in considerazione il flottante del titolo e il suo volume per regolare la sua esposizione al rischio.

La cosiddetta "lettura del nastro" è un'altra parte importante del suo processo. È un termine che prende il nome dai primi anni '60 del XIX secolo, quando i day trader seguivano le linee telegrafiche che trasmettevano i dati azionari in tempo reale su nastro.

Queste informazioni sono state poi digitalizzate quando i computer sono stati utilizzati per il trading. Non è un indicatore che viene inserito in un grafico. Ma lo mantiene sullo schermo e lo utilizza per altri dati aggiornati.

In particolare, tiene traccia del tempo e di un canale di vendita che mostra le transazioni azionarie, compresi data, prezzo, volume, tipo di operazione e velocità di esecuzione degli ordini. A differenza del grafico, è un indicatore meno lento perché mostra le transazioni in tempo reale.

"È lo strumento più importante per tutti i trader e probabilmente è uno di quelli che uso di più", ha detto Briceno.

Quando le transazioni diventano verdi rapidamente, è segno che il prezzo sta salendo con slancio. Se è lungo a questo punto, blocca i profitti piuttosto che continuare a cavalcare il rally con una posizione piena, perché potrebbe correggersi nel tempo. Lo stesso fa con una posizione corta quando questa diventa rossa, indicando una pressione di vendita.

Un altro indicatore che utilizza per determinare dove possono trovarsi le linee chiave di supporto e resistenza (o il pavimento e il tetto dei prezzi) è il grafico del livello 2. Esso mostra gli ordini limite che sono stati inseriti a determinati punti di prezzo. Gli ordini di acquisto sono elencati nella colonna "bid" e gli ordini di vendita nella colonna "ask". I punti di prezzo in cui sono presenti ordini di grandi dimensioni sul lato della "domanda" potrebbero essere un indicatore precoce di potenziali punti di resistenza. I punti di prezzo con ordini consistenti nella colonna "offerte" potrebbero indicare la presenza di un potenziale supporto in quest'area. Poiché questo grafico viene esaminato da altri trader, potrebbe diventare una profezia che si autoavvera, in quanto molti trader agiscono su questi punti di prezzo. Tuttavia, è possibile che ci siano ordini di acquisto nascosti che non vengono mostrati in questa tabella, ha osservato.

In generale, la gestione del rischio rimane una parte fondamentale della sua strategia. Non importa quanti indicatori si osservino, se c'è un catalizzatore, un titolo può muoversi così rapidamente che non si ha abbastanza tempo e talvolta liquidità per uscire da una posizione, ha osservato.

  • C'è qualche trader qui? Come va? 🤔

Si prega di notare che questa non è una consulenza finanziaria.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.