S&P 500 ^GSPC 5,306.04 +0.02%
Nvidia NVDA $1,140.59 +7.13%
Tesla TSLA $176.75 -1.39%
Alphabet GOOG $178.02 +0.96%
Amazon AMZN $182.15 +0.77%
Meta META $479.92 +0.36%
Microsoft MSFT $430.32 +0.04%
Apple AAPL $189.99 +0.01%

Litio - La più grande opportunità per gli investitori nei prossimi decenni?

Loreto Ricchetti
27. 4. 2023
4 min read

Oggi sarà un post più tranquillo, in cui non mi occuperò direttamente di Tesla, ma elaborerò in generale il mio pensiero sui veicoli elettrici. Poiché sembra che la mania dei veicoli elettrici durerà ancora per un po', vorrei parlarvi di un'altra questione o forse di un'opportunità. Per opportunità intendo il litio, un bene scarso, una materia prima dal costo crescente, difficile da ottenere e soprattutto con poche fonti per soddisfare la domanda futura.

A mio parere, la rivoluzione elettrica nell'industria automobilistica è ancora condannata, e nulla potrà cambiarla. Una transizione su larga scala dai motori a combustione interna alle auto elettriche alimentate da batterie agli ioni di litio è, a mio avviso, impossibile, perché richiederebbe quantità enormi e insostenibili di litio, il che, in un certo senso, potrebbe essere un'opportunità per le aziende che lo estraggono.

Perché il litio è un'opportunità per gli investitori?

Gli attuali depositi di litio sono limitati e l'estrazione del litio è difficile e inquinante. Se tutte le auto di oggi venissero sostituite da auto elettriche, avremmo bisogno di decine di milioni di tonnellate di litio, una quantità di gran lunga superiore alla produzione e all'offerta totale di litio nel mondo. E questo contando il litio per le nuove auto, non per sostituire le vecchie auto elettriche con quelle nuove.

Qualcuno può scrivermi qui: il riciclaggio è la soluzione.

La mia risposta è no e ancora no, non lo è.

Il riciclo del litio dalle batterie non può risolvere il problema. Anche in scenari ottimistici, nel migliore dei casi può soddisfare solo il 10-30% della domanda e con il riciclo è possibile recuperare circa il 50% del litio. In realtà, però, la maggior parte del litio finisce in discarica. Inoltre, il riciclaggio del litio non è né economico né ecologico, il problema è più che altro ambientale: vogliamo un mondo pulito, senza inquinamento, giusto? Ecco perché i veicoli elettrici.

Un'altra risposta comune è che si sta già lavorando a tipi di batterie con un fabbisogno di litio inferiore o nullo.

Ha una risposta? Buona scifi.

Non ci sono altri tipi di batterie in vista per sostituire il litio. Le batterie al sodio, all'alluminio o di altro tipo sono agli albori e non offriranno presto l'energia e l'autonomia necessarie ai veicoli elettrici.

Quindi le auto elettriche finiranno per essere una soluzione marginale fino a quando non verrà scoperto un nuovo tipo di batteria miracolosa o fino a quando la produzione mondiale di litio non aumenterà drasticamente, il che probabilmente non è imminente. La rivoluzione delle auto elettriche si è scontrata con un duro muro di litio che sarà molto difficile da superare. È tempo di cercare soluzioni alternative che non ci facciano sprofondare nella dipendenza totale da una materia prima scarsa.

Ma come scrivo nell'introduzione, ciò che è un problema per qualcuno può essere un'opportunità per qualcun altro. I veicoli elettrici saranno probabilmente in circolazione per le prossime decine di anni, non c'è dubbio, ma non voglio investire in questo settore quando posso concentrarmi su una materia prima scarsa: il litio.

Conosce qualche azienda che lo estrae? Mi piacerebbe conoscere i suoi consigli.

UBS Porsche prevede che nel 2025 la domanda globale di litio sarà 17 volte superiore al livello del 2017. Entro il 2030 sarà ventotto volte superiore. Ciò rappresenta un aumento annuale della domanda del 20-30%. Questa potrebbe essere una solida opportunità, e in più non è necessario sparare a zero per capire chi sarà il principale produttore di veicoli elettrici: avrete maggiori possibilità di successo e di crescita solida se riuscirete a soddisfare le esigenze di ognuno di loro.

Un'altra previsione: Benchmark Mineral Intelligence stima che la domanda totale di litio crescerà dalle attuali 300.000 tonnellate a 2-4 milioni di tonnellate già nel 2030. E poi a 9-18 milioni di tonnellate nel 2050.

Inoltre, dobbiamo considerare che il litio non è necessario solo per le batterie, ma ha applicazioni molto più ampie in altri settori, il che metterà ulteriormente sotto pressione il prezzo. Dove in particolare? Elettronica, vetro, climatizzazione, produzione di alluminio, medicina, nucleare, metallurgia e altri ancora.

Il litio ha quindi un futuro molto promettente, a mio avviso.

Opinioni? Che ne dite di @mich_s per esempio, potreste avere una visione d'insieme delle aziende.


Trasmettete l'articolo o conservatelo per un secondo momento.