Vi mostrerò perché è inutile temere un crollo del mercato

Armageddon qui, crollo là. Recessione, crollo, mercato delle bestie. Li sentiamo spesso. Ma in realtà non credo che ci sia bisogno di preoccuparsi di tutto questo. Vi illustro alcuni motivi.

Il crollo non è nulla di cui aver paura.

La maggior parte delle persone vede il mercato azionario come una gigantesca roulette, dove alcuni hanno un sistema che permette loro di riconoscere quell'acquisto brillante che farà sì che non debbano più fare nulla. Alcuni sono anche bravi, ma la realtà è che la maggior parte delle persone non guadagna investendo o si arricchisce essendo più intelligente del sistema.

In effetti, inseguire guadagni a breve termine è come scommettere. Il segreto non è trovare investimenti brillanti , ma individuare buone società con forti piani di crescita a lungo termine.

Il problema - e non è da poco - è che il trading è eccitante e l'investimento è noioso. Comprare $BRK-B+0.1% non sembra così attraente come guardare i grafici su sei monitor tutto il giorno e fare operazioni su operazioni. Inoltre, la detenzione a lungo termine ha storicamente funzionato molto bene.

Lo illustrerò con un esempio attuale. I fallimenti delle banche sono, ovviamente, una cosa terribile che può dire qualcosa sull'economia in generale. Ma quando esaminate il vostro portafoglio, dovreste considerare ogni titolo che possedete e chiedervi: questa notizia cambia la mia tesi su questo titolo?

La vostra tesi è il motivo per cui possedete le azioni di quella società. Non dovrebbe trattarsi del prezzo, di ciò che dice il grafico o del fatto che qualcuno che conoscete vi ha parlato bene dell'azienda. Dovete avere un motivo chiaro per cui possedete le azioni della società. Ad esempio, possiedo azioni di un'azienda automobilistica perché credo che le sue auto rimarranno in circolazione per molto tempo. Hanno un buon management che manterrà alti i margini e farà tutto il possibile per restituire valore agli azionisti. Non perché un amico me l'ha raccomandata.

E anche le statistiche dimostrano che il possesso a lungo termine è la regola.

Ci sono molte statistiche e studi che dimostrano che investire a lungo termine è meglio che investire a breve termine o speculare sul mercato.

  • Il rendimento medio a lungo termine del mercato azionario si aggira intorno al 7-10% all'anno. Ciò significa che gli investitori a lungo termine che mantengono i loro investimenti per molti anni hanno un'alta probabilità di ottenere rendimenti elevati.
  • Uno studio di Vanguard ha dimostrato che il rendimento medio degli investitori a lungo termine in fondi indicizzati è stato del 6,1% all'anno dal 1926 al 2018, mentre il rendimento medio degli investitori a breve termine è stato solo del 2,9% all'anno.
  • Un altro studio ha dimostrato che il 90% dei rendimenti azionari deriva dalla detenzione di un investimento per 10 anni o più. Ciò significa che gli investitori a breve termine che comprano e vendono frequentemente possono perdere una parte significativa dei rendimenti potenziali.
  • Gli investimenti a lungo termine riducono anche il rischio di fluttuazioni del mercato. Ad esempio, durante la crisi finanziaria del 2008, il mercato azionario è sceso di oltre il 50%, ma gli investitori che hanno mantenuto i loro investimenti a lungo termine sono stati in grado di recuperare i profitti persi.
  • Infine, gli investimenti a lungo termine consentono agli investitori di sfruttare l'effetto dell'interesse composto. Ciò significa che i rendimenti degli investimenti vengono reinvestiti e generano sempre più profitti ogni anno che passa.

Ma non dipingiamo tutto così nero. Il rischio c'è solo quando gli individui rischiano troppo e mettono a repentaglio la loro posizione finanziaria. Questo è il principale svantaggio del trading rispetto all'investimento. Ecco un esempio di quanto possano essere volatili i rendimenti del trading e dello stock picking. GameStop - Gli investitori che hanno acquistato azioni di GameStop il 27 gennaio 2021 avrebbero perso quasi il 55% del loro investimento entro il 21 aprile 2021. Il rendimento totale dell'indice S&P 500 in questo periodo è stato di quasi il 12%. Se aveste acquistato le azioni GameStop solo un giorno prima, avreste avuto un guadagno del 7% rispetto al quasi 9% dell'indice S&P 500. Inoltre, acquistando le azioni il 1° gennaio e vendendole il 27 gennaio, avreste ottenuto un enorme rendimento del 1.740% rispetto all'indice S&P, che è rimasto sostanzialmente invariato.

Confronta il grafico dell'indice e di GameStop

Si tratta, ovviamente, di un caso estremo... per mostrare la volatilità, il rischio e i potenziali rendimenti per i trader. Sebbene le azioni offrano rendimenti enormi, non è possibile trarne profitto a meno che non si compri e si venda al momento giusto. Ricordate che le azioni non crescono sempre! Uno dei motivi per cui è così difficile trovare il momento giusto per comprare e vendere azioni è che non si sa come i mercati reagiranno ai cambiamenti nei mercati dei capitali.

Ma se investite a lungo termine e siete fiduciosi nei vostri acquisti, non c'è nulla di cui preoccuparsi.

Disclaimer: questa non è in alcun modo una raccomandazione di investimento. L'investimento nei mercati finanziari è rischioso e ognuno dovrebbe investire in base alle proprie decisioni. Io sono solo un dilettante che condivide le proprie opinioni.

Leggere l'articolo completo gratuitamente?
Vai avanti 👇

Hai un account? Poi accedi , o creane uno nuovo.

No comments yet
Timeline Tracker Overview